6.07.2013

IO E L'AGLIO

Buongiorno, amici bloggerini come state? 
Sembra che almeno questo fine settimana saremo graziati dal tempo, meno male ci voleva un po' di sole dopo giorni e giorni di pioggia!
Ma veniamo a noi, oggi ero partita con l'intenzione di scrivere tutt'altro post, ma, poi, dopo aver letto il post di Loredana, mi sono lasciata ispirare e ho pensato, ma sì spieghiamo perchè ogni volta che leggo le gustosissime ricette delle mie tante amiche food blogger, scrivo loro "qui c'è aglio passo", oppure chiedo, "ma senz'aglio non avrebbe lo stesso sapore?" e cose del genere.
Dovete sapere, che taaaaaaaanto tempo fa l'aglio, ovviamente intero e messo e tolto, non mi dava assolutamente fastidio, anzi un minuscolo pezzettino finiva anche nella mia frittata, ma poi sono arrivata a Roma e, più nello specifico, nella casa , di cui vi avevo già parlato e, nei vari passaggi di ragazze, ne sono capitate alcune davvero uniche nel loro genere, ho sviluppato una intolleranza all'aglio che poi si è trasformata in allergia.
Ma veniamo alla storia.
La ragazza che mi ha causato un'intossicazione alimentare da aglio, sviluppatasi poi in intolleranza ed in fine in allergia, è stata una ragazza che è venuta ad abitare con noi per "soli" sei mesi.
E' arrivata che pesava 70 Kg per un metro e cinquanta di altezza, perchè mangiava malissimo praticamente congelava tutto,dalla frutta ai panini con già l'affettato dentro e poi scongelava e mangiava! Questo può andar bene una volta tanto non tutti i giorni. 
Così presa dal desiderio di dimagrire andò da un omeopata che le diede una dieta che prevedeva, tra le altre cose, l'uso dell'aglio fritto prima di andare a letto, perchè, a dir suo, conciliava il sonno.
Questa, tutte le sere alle 23.30, puntuale come un orologio svizzero, piazzava il suo pentolino con due dita di olio e una decina di spicchi di aglio sulla cucina (che poi era un accrocco con due piastre elettriche in corridoio, davanti alla mia camera) e lo lasciava friggere finchè quasi non si bruciava, poi ci buttava gli spaghetti e dormiva sogni tranquilli, LEI! 
Tutte noi altre, nelle rispettive camere, eravamo arrivate a mettere lo scotch alle serrature e le coperte sotto le porte per tamponare la puzza incredibile che si diffondeva per tutta casa e per tutto il palazzo! 
Non esagero, quando dico palazzo, pensate che una sera scese l'amministratore dal nono piano  per chiederci di smetterla con l'aglio.
Vabbè, per farla breve vi dico solo che dopo una settimana di questa tortura, il mio stomaco ha iniziato a fare i "capricci" tanto che alla fine dovetti chiamare il medico che stabilì che si trattava di intossicazione alimentare, =_=... e, dato che mangio solo cose sane, altro non poteva essere che LUI l'incriminato,l'innominabile AGLIO! anche perchè al solo odore mi veniva da vomitare.
Dopo di lei arrivò una coreana.... e ho detto TUTTO!!!
p.s. la cosa negativa di questa allergia all'aglio è che a Roma si cucinano molti piatti con questo ingrediente e perciò non posso mai prendere i primi UFFA!!!!!
Buon fine settimana a tutti quelli che sono arrivati in fondo al post e anche a quelli che hanno saltato intere parti!
BACIIIII ♥ Smack

13 commenti:

  1. ahahah oddio immagino la scena di 'sta tipa che tutta contenta si piazzava davanti al fornelletto a cucinare l'aglio, mamma mia, non so come avete fatto a resistere tanti mesi! Io non sono allergica, ma comunque non vado matta per l'aglio, qui si usa per la pasta, è vero, ma molti bar e ristoranti negli ultimi anni non lo usano neanche più, perché con la vita stressante che facciamo abbiamo sviluppato tutti delle intolleranze :-/
    Allora buon weekend e... EVVIVA IL SOLEEEEEEEEEEE ♥

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Per fortuna sì! Da un po' di anni a questa parte riesco a trovare delle cose senz'aglio!!!
      Vabbè non sono stata proprio pazientissima, una notte per la rabbia mi sono alzate e le ho buttato il pentolino nella spazzatura con tutto l'aglio e l'olio che friggeva!!!!
      -_-'!!!!!

      Elimina
  2. No ma io una dieta a base di fritti per conciliare il sonno non l'avevo mai sentita! :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mandorla, nemmeno io, sinceramente, ma a quanto pare questa aveva trovato un matto peggio di lei @_@!!!!

      Elimina
  3. io sono assolutamente ANTI AGLIO... molto molto più e peggio di Dracula... e lo avverto a distanza di massima insicurezza!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Patalice, ormai sento "l'odore" dell'aglio a Km, e, quando, purtroppo, mi capita un vagone del treno o della metropolitana con gente che puzza d'aglio utilizzo un pashimina pieno di profumo che metto davanti alla bocca e al naso senza farmi nemmeno tanti problemi!
      Qui a Roma sulle metropolitane è un delirio di aglio, tra rumeni e indiani e perciò bisogna organizzarsi @_@!!!!

      Elimina
  4. Ma come? Ma che razza di omeopata poteva consigliare una roba del genere? Secondo me si era inventato tutto per giustificare i du' spaghi aglio e olio a mezzanotte!!

    Eppure...le zolle te le farei provare! ;)

    ps Io non mangio l'aglio, da quando la mia sorellina mi fece lo scherzo del confetto con dentro l'aglio anzichè la mandorla, ma un pò alla volta mi sono riabituata, ho impiegato circa 30 anni!

    buon we di sole :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma che ne sooooo Lory, fatto sta che io l'aglio o l'odore dell'aglio non lo sopporto più! E dato che, ormai, si è sviluppato in allergia, non lo voglio nemmeno vedere perchè, poi, mi sento male!!!!
      baciiii ♥

      Elimina
  5. povera Marianna!
    io adoro l'aglio e non ne potrei fare a meno, meno male che non ho mai convissuto con una "pazza" che friggeva l'aglio a mezzanotte per dormire o forse lo usava contro il malocchio?
    buona domenica

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Laura, UFFI, ma quando stavo al mio paesello non avevo niente, da quando mi sono trasferita in città ho fatto la fine del Topo di Campagna ed il Topo di Città, non so se ricordi la storia...!!!
      ajajaj Comunque lei sosteneva che si sentiva meglio grazie a quella cura @_@'!!!!

      Elimina
  6. Accidenti che esperienza!! Siete state anche troppo brave a sopportare questa coinquilina agliosa Mari!! Ma come si fa!?!? Ma non c'era nessuna alternativa all'aglio?! Credo che, se fossi stata al posto tuo, anche io ora non potrei più sopportare l'aglio nemmeno da lontano! :-/
    Spero almeno che questa stramba dieta abbia funzionato!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Spendina,infatti sì non lo voglio proprio vedere, anche quando lo vedo di plastica mi vengono i conati, ahahahha!!!!
      Ti dico la verità era dimagrita parecchio ma, secondo me, solo perchè mangiava prodotti freschi e non congelati!!!!
      ;)

      Elimina
  7. Mamma mia....l'aglio! Qui nel palazzo dove si trova il mio ufficio c'è il portinaio che è rumeno, e cucina spessissimo roba con l'aglio...quindi capita almeno un giorno a settimana in cui dalle 9 del mattino sulle scale veniamo assaliti da odore di aglio, che entra anche da tutte le porte.
    E a me l'aglio proprio non piace...anzi!

    P.S. Qui il weekend ci ha riservato un sabato afosissimo, ma senza pioggia...e una domenica di diluvio universale!! Una tristezza!

    RispondiElimina