5.29.2013

STOP!


Oggi come donna, come sorella, come amica, come fidanzata, voglio dire solo una cosa "STOP Al FEMMINICIDIO"!
Voi sapete che non parlo mai, o quasi mai, di politica o fatti di cronaca, ma in questi giorni davvero non si sente parlare di altro.
Stamattina, appena alzata, ad Uno Mattina, parlavano di Fabiana e di tutte le altre donne che, come lei, sono state uccise per mano di uomini che dicevano di amarle. 
Mentre ero sulla banchina, in attesa della metropolitana, mi è capitato di leggere che in Spagna è stata uccisa e fatta a pezzi una pallavolista che tra le altre cose era anche incinta.
E allora, aiutiamo queste donne a togliersi il velo del, "io ti salverò" dagli occhi e gridiamole di stare attente e di ascoltare le amiche, i genitori, i colleghi che le mettono in guardia.
Purtroppo, nella mia famiglia sta accadendo una cosa simile a mia cugina  per quanto stiamo tutti li a dirle di fare attenzione lei sostiene che fa attenzione e che siamo noi che esageriamo!
Facciamo capire a tutte, compresa mia cugina, che le cose non capitano solo alle altre ma a tutte Noi!
Un bacione Smack!

10 commenti:

  1. In Italia l'attenzione al problema è minima. Se ne parla solo per raccattare voti. E' un problema serio, serve consapevolezza e una vera e propria rivoluzione culturale di fondo per aiutare le vittime della violenza, prima che sia troppo tardi.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. é una cosa triste ma vera purtroppo

      Elimina
  2. La questione è davvero spinosa, molte donne credono che questo sia il solo amore possibile,o che abbiano dei poteri speciali per poterli salvare e purtroppo non è così. Anche io come te urlo STOP AL FEMMINICIDIO!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. infatti ma come si fa a farglielo capire?

      Elimina
  3. fai bene a parlarne
    io sto fra i ragazzi e mi rendo conto che non riescono ad esprimersi se non con la violenza, per loro adolescenti sono "scherzi" ma da adulti possono diventare atti violenti veri e propri
    buona giornata!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. cara Laura con i ragazzi è davvero difficile.

      Elimina
  4. Non posso fare altro che unirmi al tuo grido.. Sai, quando stavo preparando la mia tesi di laurea (la condizione delle donne nell'Iran di Khomeini), riflettendo su ciò che donne come noi hanno affrontato ed affrontano tutt'ora, non potevo fare altro che pensare: ci consideriamo così tanto migliori, così tanto evoluti.. Ma come vengono trattate le nostre donne, come veniamo trattate noi qui? Insomma, basta accendere la tv, guardare il telegiornale per comprendere che la differenza non è troppa.. Non c'è rispetto, non c'è vero amore.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Infatti ci illudiamo di vivere in un paese civile, ma di civile non c'è proprio niente!

      Elimina
  5. Come dice Spendi e Spandi il problema in questo Paese è sottovalutato. Speriamo che le donne del governo riescano a farsi sentire, ma intanto tutte noi dobbiamo stare unite e gridare al mondo "STOP"!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Infatti sì se non ci uniamo non faremo mai niente per combattere contro questo potere maschile velato da cortesia e galanteria!

      Elimina