4.30.2013

PRIMO MAGGIO, FESTA DEI "LAVORATORI"

Ebbene sì, domani è il primo maggio la festa dei lavoratori... ma oggi ha ancora senso questa festa? 
Dove sono i lavoratori? 
I numeri dell'Istat sono impressionanti, un ragazzo su due è disoccupato o alla ricerca di un lavoro.
Ed è proprio a quest'ultima categoria a cui la festa dei lavoratori andrebbe dedicata, perchè la ricerca di un lavoro diventa essa stessa un lavoro.
E' la cosa più frustrante che io abbia mai visto in vita mia.
Persone che si presentano in massa ad un colloquio per un posto solo e che si vedono rifiutare la proposta perchè "troppo qualificati" o perchè "Ma sa cercavamo una persona con più anni di esperienza ma con età inferiore ai 25 anni", oppure " Ah, lei ha questo Master, peccato cercavamo gente che avesse fatto quest'altro" e così via.
La categoria che soffre ancora di più questa dannatissima crisi è quella femminile! Non parlo perchè appartengo alla categoria, ma perchè ho ascoltato testimonianze di gente che come me, è stata subissata di domande al limite dell'indecenza al primo colloquio, del tipo "Ah!, ma lei è fidanzata, sposata con figli?", "Mmh, ma ha intenzione di andare a convivere e di conseguenza fare figli nell'immediato futuro?", "Capisco ma lei ha superato la trentina cosa le fa pensare che avere un lavoro stabile non la porterà, poi, a pensare ad una famiglia in futuro?" , potrei continuare all'infinito ma mi fermo qui per non alimentare ancora di più le polemiche.
Alla luce di questi fatti, mi spiegate che senso ha domani  che un gruppo di pseudosindacalisti si sbracci a Piazza san Giovanni gridando ai quattro venti che noi Italiani (esondati e non) abbiamo bisogno di certezze se nemmeno loro sanno da che parte iniziare?
Bah! Comunque io non festeggerò il primo maggio ma festeggerò un giorno lontano dal Trollificio che fa sempre piacere, e auguro a tutti voi buon riposo!
BAciiiii

4.24.2013

E' SOLO UNA CALMA APPARENTE!

Ed eccomi qui, a raccontarvi del Tornado Troll che mi ha risucchiato nel suo vortice di follia per dieci lunghi giorni.
Tutto ha inizio venerdì 12 Aprile alle ore 13.15.
T: Oh scusate se interrompo il pranzo, ma, Marianna, mi serve che mi scriva questa lettera urgentissima che deve partire oggi in quanto ultimo giorno!
Io: @_@ grrrrrrrrrrrrrrrrr!
T: Ah! e poi ci sarebbero da fare anche queste fotocopie da allegare alla lettera.
Io: tutto questo malloppo più 4 pagine fronte retro scritte a mano da Lei prima che arrivi il ritiro posta e cioè dalle 15 alle 18?
T: Sì so' due cose Avand!
2 ore dopo e 5 correzioni della lettera e dopo il controllo scrupoloso SUO dei documenti da allegare e dopo aver mandato avanti e indietro la postina e dopo aver aperto la busta per cambiare 2 volte due pagine per una parola a lui poco congeniale, parte il plico.
Martedì pomeriggio ore 15.00
T: Marianna! Venga subito nella mia stanza!
Io: -_-!
T: Lei ha fatto le copie delle carte che le ho dato vero????
Io:certo.
T: E Dove sOno? qui non ci sono, sono sparite!
Io: O.o come??? io le ho date a lei da controllare, dopo dove le ha messe?
T: Secondo me, lei non le ha fatte le copie quindi adesso, senza quelle carte sono perduto, capisce? come ha potuto commettere un errore simile?
Aveva già emesso sentenza e motivazione ero stata io PUNTO,il suo disordine mentale e di scrivania non era assolutamente messo in dubbio!
Dopo che mi sono incavolata come non mai spiegandogli che LUI aveva numerato i documenti e che LUI e solo LUI aveva avuto per ultimo in mano la cartellina, vistosi alle strette ha buttato fango su un altro avvocato coinvolto nella faccenda.
Nessuna soluzione gli era congeniale eravamo tutti contro di lui e giocavamo tutti a suo sfavore, in una parola aveva smesso di ragionare!
Quando gli ho proposto di chiamare l'ufficio a cui era indirizzata la lettera per farci mandare copia dei documenti ha esordito "NO! poi pensano che davvero facciamo pasticci".
Senza proferire parola ho alzato la cornetta e composto il numero dell'ufficio a cui era indirizzato il plico e subito lui, "che fa le ho detto di NO", respiro profondamente e rispondo, "me la prendo io la responsabilità, dico alla persona al telefono che è tutta colpa mia che non ho fatto le copie non si preoccupi", " Ah va bene così sì allora sono d'accordo", "-_-".
Da quel giorno è successo di tutto, la raccomandata si è inspiegabilmente trovata a Fiumicino ed è rimasta lì in giacenza per 3 giorni per poi trovarsi altri 3 giorni nei pressi della stazione Termini, nei quali sono stata vessata per tutto il giorno e ad ogni ora di domande tipo "ma lei dice di aver fatto le copie e la sicurezza chi gliela dà?", "Abbiamo notizie della raccomandata, guardi che è importante per me","allora notizie?""certo che è un mistero sta storia".
Immaginate questa trafila per 8 ore al giorno per dieci giorni, ormai non gli rispondevo più ma sentivo lo stomaco contorcersi ogni volta che apriva bocca.
Ieri, finalmente la storia ha avuto il suo Happy Ending le carte sono arrivate a destinazione e poi a me per email.
Sollevata, gliele ho portate nella sua stanza e lui "ne faccia un paio di copie per sicurezza e poi le metta in una cartellina nel server" io, "ho già fatto tutto".
Un'ora più tardi si presenta in segreteria, "dooottoreeessa come si salva un documento per non essere modificato?" Io, "basta salvarlo in pdf" lui, "allora quelle cose lì le faccia in pdf" "=_=, ovviamente l'ho già fatto!" Lui "Ah, però potrebbero cancellarle dalla cartellina sul server e poi come facciamo???" "ho una copia nella mail" lui, "ah ma non sono tranquillo al 100%"
Non ho più risposto perchè avrei voluto dirgli TU SEI UN FOLLE, PAZZO che andrebbe rinchiuso coattamente!
Questa per me è settimana corta, perciò vi auguro buon fine settimana e spero che nessuno di voi abbia a che fare con un capo simile!
Un bacione Smack

4.19.2013

SOLO PER DIRVI BUON FINE SETTIMANA AMICI!

In questi giorni sono scivolata nell' inferno dantesco e non riesco scrivere neanche una riga che me lo trovo davanti come il demonio.
Ma appena risolvo il problema che attanaglia Troll e di conseguenza anche me, giuro che ritorno a scrivere e giuro anche che vi racconterò tutto solo per farvi capire con chi ho a che fare!
Vi auguro un piacevolissimo weekend amici e a lunedì
smack ♥♥♥

4.15.2013

CAPALBIO ♥♥♥


A quanto sembra è arrivata la tanto attesa e sospirata bella stagione.
Dopo tutta la pioggia che ha buttato giù quest'anno, non vedevamo l'ora di stare in mezzo alla strada senza cappotti,sciarpe e, sopratutto, senza ombrello.
E così sabato pomeriggio io ed Emily   ci siamo fiondate sul treno delle 14.30 e siamo andate a trovare Chiaretta nella sua bella cittadina.
Lei ci ha accolte con una goduriosa tavola imbandita di muffin al cocco (ve l'ho detto che lei è la regina dei muffin? Le vengono davvero bene) e di scones accompagnato da un tè profumatissimo e da una squisita lemon curd.
Dopo esserci rimpinzate di dolci, ci siamo fatte una luuuunga passeggiata godendo del sole, delle chiacchiere spensierate e dell'odore dell'erba appena tagliata.
Sul treno del ritorno,grazie alle giornate che si allungano, abbiamo potuto ammirare anche un bel tramonto tra i campi.
Domenica mattina non potevamo stare a casa e così via in macchina direzione Capalbio,un meraviglioso borgo toscano abitato da circa 4 mila abitanti circondato da un lago e dal mare, bellissima è, poi, la statua di Nanà Fontaine all'ingresso del paese e meravigliose sono le mura del castello che rendono ancora più fiabesco il luogo.
Se non ci siete mai stati ve lo consiglio vivamente.
Vi posto un po' di foto così che possiate ammirare voi stessi un bacione ^_^!















Sublime questa mousse di trota


Finalmente i piedi toccano la sabbia :)


4.12.2013

E POI SCOPRI CHE NON SEI UNA "PIAGNONA" PERCHE' E' SOLO QUESTIONE DI DNA!

Da sempre ho pensato di essere una "piagnona", come dicono qui, nel senso che sono una persona davvero empatica e mi commuovo facilmente.
La mia commozione, però non ha limiti e si manifesta sopratutto quando ascolto la musica di un pianoforte, la voce particolare di un/a cantante, il suono di un violino, ecc..
Questa cosa per me era inspiegabile, perchè sì, ai miei genitori piace tanto la musica, infatti a casa mia, appena mio padre si sveglia fa due cose, mette sul fuoco la caffettiera (preparata da mia mamma la sera prima) e accende la radio, ma non li ho mai visti commuoversi fino alle lacrime.
Mi ricordo che, la mattina appena alzati, avevamo tutti un motivetto da cantare, mia madre lo fa ancora, mentre io, da quando vivo qui, ho perso l'abitudine.
Vabbè senza divagare, non capivo perchè (anche per mia sorella è lo stesso) quando ascoltavo una musica che mi piaceva arrivavo a sentirla dentro come un dono che mi commuoveva fino alle lacrime fino a quando ho scoperto, scartabellando nei vari libri di papà, che nel nostro albero genealogico esisteva un prozio musicista e che era stato anche sindaco del paese (di qui, forse anche l'attitudine al comando:">!).
Ecco, allora, spiegato il mistero di quell'attaccamento morboso verso l'arte; ecco perchè all'età di 9 anni ho voluto prendere a tutti i costi  lezioni di canto e di pianoforte, (quest'ultimo abbandonato per via di quel neurone matematico che proprio mi manca e perciò era difficile per me conciliare solfeggio a musica ) e di danza classica e jazz fino all'età adulta.
Ed ecco spiegate le lacrime e la pelle d'oca, non sono una PIAGNONA, sono semplicemente pronipote di un artista Eh :D!
Questa cosa certo non risolverà i grandi enigmi della terra ma almeno ha chiarito alcuni dubbi che mi attanagliavano. 
Se avete lo stesso "problema" fate una ricerca nel vostro albero genealogico magari scoprite che alla lontana avevate un parente che vi somiglia ^_^!
Buon fine settimana Amici ed Amiche smack ♥



4.10.2013

E POI ARRIVA IL VUOTO TOTALE

In 311 post, questa è la prima volta che non so cosa scrivere.Che poi avrei tante cose da dire ma alla fine non scrivo niente.
Questo è un periodo particolare per me, ma a quanto pare anche per tanti blog che seguo che da un po' di tempo latitano dalla rete, tranne per la vulcanica Loredana che ogni giorno puntualmente pubblica le sue magnifiche ricette. 
Che dire, non ho il blocco dello scrittore ho proprio il blocco del neurone, che tanto dalla noia si è stancato di me e se n'è andato in posti migliori, BEATO LUI.
Da gennaio la crisi ha investito anche il trollificio il lavoro è drasticamente caduto a livelli mai visti e la noia e la depressione, che erano sempre in agguato, si sono presi tutta la mia voglia di sdrammatizzare e la mia voglia di vedere sempre il bicchiere mezzo pieno.
In una parola MI ANNOIO!
La coscienza, maledetta coscienza, mi dice di evitare di fare passi falsi e così aspetto ogni giorno di aprire la mail e di trovare un messaggio con una bella notizia ed invece, niente! Aspetto che almeno a mia sorella arrivi una buona notizia ed invece, niente, anzi diciamo solo che le cose peggiorano di giorno in giorno!
Una sola cosa mi fa guardare avanti e mi dà speranza, mi sono data una scadenza, se fra sei/otto mesi non succede ancora niente rivoluzionerò la mia vita e come ho fatto tanti anni fa non mi guarderò più indietro e farò tutto quello che è necessario!
Scusate il post un po' depressivo ma sentivo di voler condividere con voi questa cosa anche per sapere cosa ne pensate!
Un bacione Smack ♥

4.08.2013

LA FILASTROCCA DEL LUNEDì

Buongiorno a tutti almeno oggi splende il sole e il fine settimana è stato davvero meravigliosamente soleggiato.
Mah, lo sapete, il lunedì non può proprio essere un buongiorno pieno, perchè se anche ci metti tutta la buona volontà ci sarà sempre qualcuno che ti farà scattare la molla della "cattiveria".
Ore 8.37, dopo un'ora passata sui mezzi ad ascoltare la telefonata senza senso di una accanto a me, che poi mi chiedevo come cavolo faceva l'amica Robbèè, dall'altra parte del telefono a capirci qualcosa, visto che questa saltava dal lavoro di sabato all'abboccamento del cibo alla madre allettata, @_@ allo pseudofidanzatocompagno che l'ha portata a fare una passeggiata, al rossetto con la matita scura che fa sempre bello (ma anche no visto che era oscena), vabbè, comunque, dopo tutta sta tortura arrivo alla Despar per comprare una bottiglia d'acqua, vado per pagare e la cassiera ACIDA mi fa "Eh NO, Lei non mi può dare 20 euro io non li accetto o mi da 10 o 5 !" l'ho guardata sgranando gli occhi dai quali stavano per uscire fuoco e fiamme e poi ho contato fino a 100 e con semi calma le ho detto "Se vuoi 20 centesimi ed il resto ce lo aggiungi tu ok, altrimenti fatti andare bene quello che ti do!" (ovviamente nella testa c'erano tutti gli insulti del mondo) e lei, con un trucco da battona e aria strafottente, mi guarda e mi dice "Vabbè voglio vedere come faccio oggi"! Ho preso il resto e me ne sono andata senza rispondere!
Ora ditemi voi se questo è un buon modo di cominciare la giornata @_@!

4.04.2013

COSE DA TRENO!

Vi è mai capitato di stare sul treno, o su un qualsiasi mezzo pubblico e non riuscire a sentire i vostri pensieri o non riuscire a leggere o concentrarvi su qualsiasi altra cosa?
Be è proprio quello che mi è successo ieri sera.
Di solito, nella mia oretta e mezza di viaggio, mi isolo completamente in compagnia del mio amato libro del mese, ma ieri sera mi era diventato impossibile e a nulla sono valsi gli sguardi truci da sopra agli occhiali e i miei continui schiarimenti di voce, alla fine ho dovuto infilarmi le cuffie dell'mp3!
Mi rivolgo a voi "carissime" signore che ieri sera eravate sedute di fronte a me a sfogliare una ca@@o di rivista e che per ogni pagina avevate un commento: "Uh! guarda il jeans a vita alta... che bello ritornano (ma anche No, direi)"!, " Ma te la ricordi questa? Quale? Questa qui, me l'aveva regalata l'amica della sorella di mia madre, capito?" 
Non avete lasciato in pace nemmeno una e dico una pagina e alla fine, quando siete scese alla mia fermata, per giunta, avete avuto il barbaro coraggio di dire "Però, sei sei seduta, si viaggia bene sul trenino! VOI, forse, perchè il mio viaggio grazie ai vostri commenti è stato un incubo.
Un consiglio per tutti, se all'ingresso di un vagone vedete due signore di mezz'età sedute una di fianco all'altra con una rivista condivisa, SCAPPATE!
Buon lavoro a tutti Baci smack ♥

4.02.2013

UNA PASQUETTA ALL'ARIA APERTA E QUASI SENZA PIOGGIA

Ciao amici ed amiche, allora come è andata questa Pasqua?
Io e mia sorella siamo rimaste, per nostra scelta, sole solette a casa e devo ammettere che è stata un'ottima scelta.
Dopo quello che ci sta capitando ultimamente, non avevamo voglia di dare spiegazioni a tutti quelli che hanno sempre una domanda inutile da fare e perciò finito di mangiare e accompagnate da un pallido sole siamo andate a fare una passeggiata al mare.
Ieri mattina, invece, abbiamo trascorso una bella giornata in compagnia di Chiara e suo marito in un bioparco vicino casa nostra che si chiama "La fattoria degli animali".
In questo posto carinissimo. immerso nella natura. c'è la possibilità di stare a contatto con gli animali e nello stesso tempo fare delle braci messe a disposizione dai gestori del parco.
Certo il tempo non era proprio splendido, infatti alle 15.30 siamo dovuti andare via perchè iniziava a piovere e il vento ha fatto sì che ci "improfumassimo di odore di brace", ma comunque ci siamo divertiti, abbiamo mangiato bene e l'aria aperta ci ha fatto solo bene.
Vi lascio alcune foto e vi mando un Bacione smack