1.10.2013

CHOCOLAT

La copertina Originale
Vi ho già detto,vero, che non esco mai di casa senza avere con me l'ereader o un libro cartaceo.
Non potrei affrontare il viaggio apocalittico senza il mio amico che mi trascina in mondi lontani, a volte facendomi divertire, arrabbiare, stupire, piangere, e perchè no anche  venire fame.
Questa volta a tenermi compagnia nelle pseudo vacanze natalizie c'era Chocolat il libro scritto da Joanne Harris nel 1998, poi diventato un film che, sicuramente, conosciamo tutti , o i più, nel 2000.
Come non ricordare la bellissima interpretazione di Juliette Binoche e Johnny Depp ♥.
Tra il libro ed il film non ci sono dissonanze drastiche eccetto per il personaggio di contrasto detto l'Uomo Nero, che nel film è raffigurato dal Sindaco/Conte del paese, mentre nel libro dal Prete, che, a mio parere, ha sicuramente più senso. 
Ma, di certo, ci sono state ragioni politico/religiose a far deviare la pellicola su una figura fuori da ogni critica morale e religiosa.
Ma veniamo al libro, è martedì grasso, quando nel villaggio di Lansquenet arrivano Vianne Rocher e la sua piccolina Anouk, il paese è in festa e nell'aria c'è odore di frittelle dolci e allegria.
Vianne, viene subito travolta da quegli odori e colori e pensa che, questa volta, il vento le abbia portate in quella cittadina per farle restare.
Prende una ex panetteria in affitto e mette su La Céleste Praline, una cioccolateria artigianale.
Vianne e la sua bambina Anouk non vengono viste di buon occhio dai cittadini di Lansquenet, punto primo perchè ha aperto una cioccolateria in tempi di quaresima, punto secondo ha una bambina ma non un marito e punto terzo non è credente.
Solo pochi di loro, all'inizio, accetteranno questo vento di cambiamento e andranno a fare compere nella Céleste Praline e tra una cioccolata calda ed una torta verranno fuori le trame più sordide e cupe di una tipica cittadina all'apparenza timorata di dio ma, che in realtà, nasconde in sè i segreti più oscuri e sordidi e, depositario di questi "segreti di pulcinella", è il père. 
A sfidare Vianne ci sarà l'uomo nero, il prete della città legato a doppio filo ad Armand Voizin che sa tutta la verità sulle sue orribili vicende passate e il vecchio parroco tenuto da anni in una casa di cura ormai in coma, al quale confida tutte le sue paure ed ansie non ultimo il piano  per cacciare questa forestiera che sente come una minaccia per l'equilibrio della sua cittadina.
Inutile dire che Vianne porterà scompiglio nella tranquilla Lansquenet, aiutata da Armand, una simpatica signora di ottant'anni che come lei è sempre stata contraria al falso perbenismo della cittadina,  per questo si è trasferita sul fiume, al di fuori delle mura cittadine, e non parla più con sua figlia, la quale le vieta anche di vedere suo nipote, e di Roux  arrivato con la sua carovana di zingari su barche fatiscenti, usate come case galleggianti, che viene visto dall'uomo nero come l'ennesima minaccia che incombe sulla sua comunità.
Se avete visto il film, a grandi linee sapete già come si evolveranno gli eventi, anche se nel finale ci sono delle grandi differenze, ma, comunque, vi consiglio la lettura di questo libro che a differenza del film ci fa conoscere meglio Vianne e tutta la sua storia travagliata dai continui spostamenti per il  mondo, prima con sua madre ed ora lei con sua figlia.
E' un libro coinvolgente fatto di  tinte cupe, di odore di cioccolato e magia, che ti coinvolge e ti appassiona fino all'ultima pagina.
Adesso vi saluto e vi auguro buona giornata Smack!
la copertina più famosa dopo il film



17 commenti:

  1. Oddio Chocolaaaaaaat bello bello bello!
    Subito dopo aver visto il film mi son fatta regalare il libro e sì, ci sono delle differenze, soprattutto nel finale, ma devo ammettere che mi piace un pochino di più il finale del film.
    Sono belli tutti e due e concordo con te sul fatto che nel libro c'è sicuramente una maggiore possibilità di conoscere meglio i personaggi.
    E poi le chocolat mmmm già sento il profumo!!! :P bacissimiii

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vero, anche a me è piaciuto più il finale del film.
      E sì la lavorazione del cioccolato è descritta talmente bene che riuscivo quasi a vederla, a toccarla e a sentirne gli Odori!
      Che dare ora per una praline céleste @_@!
      Un baciooone ♥

      Elimina
  2. Ho visto il film, ma leggerei volentieri anche il libro :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Adri se lo trovi prendilo è davvero bello!
      Unico consiglio, tieni a portata di mano una barretta di cioccolato perchè non ne potrai fare a meno ;) smack ♥

      Elimina
  3. Letto, finito questo leggi assolutamente "Le Scarpe rosse", sempre di Joanne Harris, è il seguito..

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Katia, grazie, sapevo ci fosse il seguito ma ero indecisa sul leggerlo o meno ma se mi dici così lo cerco subito :)!
      Mercì ♥

      Elimina
  4. lo aggiungo alla mia lista di libri da leggere, grazie *.*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Prego cara, ti piacerà vedrai :)♥

      Elimina
  5. Se adesso al post di quell'anello sbrilluccicoso avessi avuto il mio Kobo, l'avrei letto lì... ed invece uffi! Mi sa che devo farmi un autoregalino. Che poi non voglio sembrata ingrata, l'anello mi piace, ma io ai gioielli ho da sempre preferito libri e make up!
    Questo nuovo avatar è bellizzimizzimo.
    P.S. senti un po' sono piaciuti i tuoi regalini di Natale "galoppanti"? Un grande bacio amica!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ahahaha mannaggia questo Kobo!Vedrai che presto sarà TUO!
      Sììììììììììììììì! li hanno già utilizzati ed ogni volta che li vedo sono contenta di averteli commissionati, perchè sono davvero TROOOOOOOOOOOPPO deliziosi ^_^

      Elimina
    2. ahahah Visto sì così sono i miei nuovi capelli! BACIUZZIIIII ♥

      Elimina
  6. anch'io non mi muovo di casa senza un libro, per me solo cartacei perché non ho un lettore elettronico e credo non lo comprerò mai.
    Io compro i libri da viaggio, quelli che non sono molto ingombranti e che stanno bene in borsetta :)))
    ho visto il film e mi è piaciuto molto, cerco il libro per leggerlo, anche il seguito come suggerisce Katia
    bacioni!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hai ragione adesso sono curiosa di leggere gli altri due! ho appena scoperto che si tratta di una trilogia ;)!
      Un bacione ♥

      Elimina
  7. Sai che è da tanto nella mia wishlist ma non mi sono mai decisa a leggerlo? Mi sa che mi hai invogliata, lo prenoterò in biblioteca! :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Spendina è davvero molto bello e se hai visto il film non ti deluderà :D smack ♥

      Elimina
  8. Avere un libro in borsa è un toccasana, sai già che comunque vada non ti annoierai!
    Non ho mai letto il libro proprio perchè il film mi è piaciuto molto,mi fa piacere sapere che è ben scritto e descritto!!

    ps anche nel film il "cattivo" è il Sindaco, lasciato dalla moglie, e non riesce a superare l'abbandono , vivendo in maniera molto austera e rigida ! ;)

    RispondiElimina
  9. Infatti nel libro è il prete non il sindaco :D!
    Ti consiglio di leggerlo, vedrai che ti piacerà ^_^! Smack

    RispondiElimina