7.16.2012

L'INDIVISUALISMO

Quando ero all'università, l'Individualismo, era al centro dei miei studi sociologici.
Diversi filosofi, sociologi, psicologi sociali hanno studiato questo fenomeno da diverse angolazioni dinocciolandolo in più svariate moltitudini di spiegazioni.
Per me, che avevo "abbandonato" da pochissimo la fase adolescenziale, o, forse, non ne ero ancora, completamente fuori, questa parola rappresentava quanto di più astratto ed astruso potesse mai esistere.
Avevo ancora un concetto di amicizia e di solidarietà talmente forti da rasentare, oggi come oggi, il ridicolo.
In questo periodo sto leggendo diversi libri che hanno per protagonisti adolescenti, e più leggevo e più rendevo conto che, una volta, ero esattamente come loro, la parola AMICIZIA era per me una pietra miliare che nessuno poteva intaccare o "sporcare" in una parola, era SACRA! E mentre leggevo mi sono fermata a riflettere e ho pensato "Ehi, un momento, ma quand'è che sono diventata tanto cinica?" Quand'è che l'individualismo è entrato a pieno diritto nel mio modo di pensare?"
Quella ragazzina sognatrice è ancora dentro di me, come il fanciullino di Pascoli, ma è saldamente tenuta dietro a spessi muri di sorveglianza, e appena sento che sta per prendere il sopravvento aggiungo cemento armato.
Ho avuto troppe fregature nella vita,e, perciò, non sono più disposta a tollerare niente che non mi faccia stare bene, ovviamente sempre nel rispetto dell'altro ma MAI e dico MAI senza rispettare prima me stessa.
Non so quando la vecchia Me sia scomparsa, ma devo ammettere che questa nuova non mi dispiace per niente almeno soffro l'80% in meno e non mi aspetto più niente da nessuno e finalmente mi sento libera di dire quello che penso senza reprimere me stessa per far stare bene gli altri.
Voi cosa ne pensate, meglio individualismo sano? o "fessi" fino alla morte?
Buona settimana smack

14 commenti:

  1. Individualismo ad oltranza!
    Chiamiamolo cinismo, chiamiamolo maturità, chiamiamolo diventare adulti, ma quello che si impara è quello che tu hai scritto, sempre nel rispetto degli altri, non faccio più cose che mi fanno stare male o vanno contro le mie idee, e se compromesso deve essere sempre molto mediato.
    Spesso penso alla fatica per arrivare all'età adulta, adesso che ci sono me la godo con tutti i vantaggi della raggiunta maturità, individualisìmo compreso.

    Piuttosto quello che temo è la massa, le intrupopate e l'annullarsi all'interno del gruppo!

    buona settimana a te ^_^

    loredana

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Brava Loredana è proprio così, godiamoci la maturità con il suo bagaglio di esperienze e rispettiamo di più noi stessi! i gruppi purtroppo ci saranno sempre è così da secoli e la massa è difficile da sgretolare!
      L'importante è che, ogni tanto, qualcuno alzi la testa e smetta di seguire il branco, prendendo coscienza di sé come Individuo.
      Baci a te Smack ♥

      Elimina
  2. Purtroppo le esperienze negative, soprattutto per quanto riguarda l'amicizia, le ho vissute anch'io e fanno male, ma fanno anche crescere e indurire, per quanto sono rimasta ancora fiduciosa e un po' di "fessaggine" prende a volte il sopravvento. Me ne sono rimasti pochi di amici, ma sicuramente buoni e cerco di tenermeli stretti! :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E sì troppe batoste fanno male ma ci aiutano a prendere coscienza di chi ci circonda e finalmente di recidere un po' di rami secchi e parassiti!
      Teniamoci le persone che ci restano non abbassando mai completamente la guardia ^_^ smack ♥

      Elimina
  3. In medio stat virtus ... nè individualisti ad oltranza nè "fessi", coerenti con se stessi stando attenti alle proprie esigenze senza dimenticare quelle delle persone cui si vuole bene

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Esatto sono d'accordo nè troppo nè troppo poco, però quanno ce vo' ce vo'!

      Elimina
  4. Io non faccio testo... per me l'amicizia va sopra ogni cosa, sempre. Ma sono fortunata la mia migliore amica mi sta accanto da 19 anni, ormai non ci parliamo neanche più, basta uno sguardo e noi ci siamo comprese... ero con lei quando ha pianto per amore, ero con lei mentre diceva sì, ed ero con lei mentre aveva le doglie in sala travaglio... (2 settimane fa), senza di lei non sarei io... e se fossi stata prevenuta non l'avrei al mio fianco. Commento melenso, ma tanto sentito, ti bacio tesorina bella!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sei stata iper fortunata Simo, anche io ho un'amica trentennale, e anche se con lei ho avuto degli alti e dei bassi, le voglio bene come mia sorella. Sto attenta, però, a non farmi più sopraffare dagli eventi e non mi annullo più per far stare bene gli altri. Ora finalmente ho imparato a dire di No, e se qualcuno non gradisce può trovarsi un'altra amica 3:)! Smack!♥

      Elimina
  5. Sono d'accordo con Old man, sono paladina del "giusto mezzo". Ma anch'io con gli anni sono diventata molto più cinica ed individualista..ma sono ancora convinta che a volte valga la pena di passare per "fessi" se poi il risultato mi fa stare bene; e questo vale dalle cose più quotidiane a quelle più grandi. Il segreto sta nella differenza tra "passare per" fessi ed "essere" fessi.

    Buona settimana!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cherry mi piace l'affermazione "passare per fessi" ed "essere fessi" e credo anche io nel giusto mezzo, perciò quando ho voglia passo per fessa, ma mai più mi farò mettere i piedi intesta da nessuno! smack ♥

      Elimina
  6. Secondo me l'individualsimo non è sinonimo di cinismo! Non sempre dare una risposta sincera al proprio interlocutore equivale a dire di essere individualisti! Anzi serve a far capire all'altro che chi si ha di fronte ha un opinione e la esprime non per farti piacere e basta ma per aiutarti sul serio! Non serve dare risposte scontate quello non è aiuto! Certo old man dice bene la via di mezzo è sempre la migliore! E saper scegliere la via di mezzo non è forse segno di maturità?
    Un bacione

    RispondiElimina
  7. Yes è forte senso si maturità! ^_^

    RispondiElimina
  8. meglio individualismo sano ma... proprio nn ci riesco!!!!!

    RispondiElimina
  9. io sono come te. Nata altruista sono diventata individualista per necessità. Quando ti devi occupare di altre persone, i miei figli, devi stare bene per prima altrimenti non ce la puoi fare.
    Ma Troll quando va in vacanza?
    A presto, Laura

    RispondiElimina