2.29.2012

BLOGGIN DAY PER ROSSELLA URRU


Buongiorno, amici blogger, oggi è un giorno davvero importante per tutti noi amatori del web, ci viene chiesto di lanciare un appello per questa ragazza che è stata rapita tra la notte del 23-24 ottobre 2011 mentre svolgeva il suo lavoro come operatrice del Comitato Italiano Sviluppo dei Popoli insieme a due colleghi spagnoli. 


Della vicenda, io non ne sapevo niente,fino a quando la Grandissima Geppy Cucciari, ne
ll'ultima puntata di San Remo,non
l'ha gridato in faccia a tutti noi! Sinceramente sono rimasta colpita di come sia futile il mondo dell'informazione, di come faccia notizia uno spacco vertiginoso piuttosto che la vita di chi lotta per rendere umana la vita degli altri!


Oggi mi unisco più che volentieri alla richiesta di altri amici della rete affinchè si faccia un tam tam per dare VOCE ad una notizia passata inosservata!


Liberate Rossella!

10 commenti:

  1. Brava Marianna! Hai ragione.. sai quante cose non sappiamo? E' allucinante secondo me!

    RispondiElimina
  2. Oggi siamo in tantissimi a scrivere per Rossella!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Adriana sono contenta speriamo si riesca a fare qualcosa di concreto :D

      Elimina
  3. La farfalla idiota di quell'idiota (e pure nu' poco zoccola) di Belen ha rivoltato l'Italia, se ne è parlato fino alla nausea e di questo non si è proferito verbo, queste sono le cose che non mi fanno essere orgogliosa del mio paese, no no! Brava Marianna!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. infatti ma chi se ne frega di una che viene a fare M..tta a casa Nostra ne abbiamo tante nostre ci raccattiamo anche quelle del paese degli altri pensiamo alle cose serie!!!!

      Elimina
  4. Anche io ho aderito con convinzione al blogging day, credo che la forza della coralità possa mantenere viva l'attenzione su questa drammatica ed intricata vicenda, soprattutto nell'interesse per la vita di Rossella e degli altri ostaggi. Abbiamo tutti il diritto-dovere di informare, di impegnarci, di avere una coscienza vigile e solidale, di sentirci partecipi e responsabili, di non dimenticare i nostri connazionali e di non lasciare nulla di intentato.
    Tutti dobbiamo sentirci Rossella Urro: per non dimenticare l'Italia migliore! Per non dimenticare mai!!

    un abbraccio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Rita hai pienamente ragione facciamoci sentire!

      Elimina