12.01.2011

LA DONNA IN GABBIA



Eccomi, ciaooo a tutti vi ricordate che qui vi ho parlato della splendida iniziativa della casa editrice Marsilio?? Ebbene quella stessa sera avevo già il libro che avevo scelto “ La donna in gabbia di Jussi Alder Ossen”,in versione epub ed il giorno dopo ho iniziato a leggerlo.
Che dire il Thriller è affascinante, scritto divinamente non c’è mai un attimo di noia l’autore è bravissimo a tenere il lettore sulle spine fino all’ultima pagina è davvero accattivamente.
“la trama è divisa in due filoni che si intersecano come due linee parallele che sembrano non debbano incontrasi mai, una storia si svolge nel 2002 e l’altra nel 2007 i potragonisti sono Carl Morck, un esperto investigatore dell’anticrimine danese che rientra nella sua sezione dopo essere stato ferito durante un soprallugo di un indagine ancora aperta, in cui aveva perso la vita un suo compagno di squadra e l’altro, rimasto ferito gravemente, giace in un ospedale bloccato dal collo in giù.
Ritornato al lavoro a Carl deve essere assegnata una nuova squadra ma nessuno vuole farne parte, per via del suo carattere irrascibile e dei modi sgarbati che ha con tutti. 
Il capo della sezione allora decide di dargli una “promozione” e di metterlo a capo di una sezione,non ancora esistente, ma per la quale il governo danese sotto elezioni, preme che sia aperta presto e che sia immediatamente operativa,che chiameranno sezione Q che si occuperà di casi archiviati ma mai risolti (una sorta di Cold Case).
Carl viene, così sbattuto nello scantinato della sede centrale della polizia con una pila di fascicoli di casi irrisolti.
Ma i suoi agganci nel mondo politico, però gli permettono di conoscere le migliaia di corone messe a disposizione dalla politica per quella sezione e così riesce a ricattare il suo capo per ottenere un assistente tutto fare ed una macchina aziendale.
Il suo capo, per fargliela pagare gli rifila Assad, un mussulmano di dubbie provenienze con il pallino delle indagini.
Nel frattempo,veniamo catapultati nel 2002 dove conosciamo la bellissima Merete Lynggaard, vicepresidente del gruppo di parlamentari Democratici, una donna intelligentissima, potente odiata da molti e perseguitata dalla stampa che getta su di lei e sulla sua condotta irreprensibile dubbi ed ombre anche su sui suoi gusti sessuali.
Scopriremo, poi che l’unica cosa che Merete proteggeva era la sua vita privata e suo Fratello Uffe, rimasto handicappato dopo l’incidente in cui avevano perso i loro genitori.
Il 2 marzo Merete Lynggaard, mentre era sul traghetto che portava lei ed il suo amato fratello in vacanza, sparisce e da allora non si hanno più tracce di lei.
Sarà solo grazie ad Assad e al suo modo strampalato di essere assistente, autista e aiutante se Carl riaprirà il caso di Merete, e sarà grazie ad Assad se Carl verrà messo sualla strada giusta delle indagini...”
Basta non posso svelarvi più niente vi  posso solo dire che se vi piacciano i triller , o se conoscete qualcuno che ama i gialli, questo libro è un ottimo regalo di NATALE!
Adesso vi lascio e vi auguro una buona serata!
SMACK

10 commenti:

  1. Ièèèèèèèè evviva Marianna che recensisce i libriiiiiiiii ^_^ braaaaavissima!!!! Thriller originale e intrigante, hai convinto anche me che non amo molto il genere! Baciiiiiii

    RispondiElimina
  2. @ GRAZIEEE Chiaretta ahhaah BE una recensione è un parolone... la mia è una chiacchierata su un libro che mi è piaciuto davvero,davvero TANT te lo consiglio!
    iiii ;D Smack

    RispondiElimina
  3. Effettivamente...ne hai fatto un'ottima recensione!

    RispondiElimina
  4. Ma che brava! Io il mio non l'ho ancora iniziato... Prima devo finire quello che ho in ballo. Non so mica se riesco per Natale! :P

    RispondiElimina
  5. @ Secondo binario grazie :D!

    @Ladybug come non hai ancora iniziato!?!? Tu quale hai scelto?
    questo è stato davvero avvincente grazie per la dritta ^_^ !

    RispondiElimina
  6. bellssimo! penso proprio che lo leggerò ^_^

    RispondiElimina
  7. Eh avevo scelto l'altro: Blacklands! Ma ce la farò! :P

    RispondiElimina
  8. @ladybug benissimo così potrò leggere la recensione dell'altro ^_^!!!

    RispondiElimina
  9. anch'io ho partecipato all'iniziativa della Marsilio editori e sto terminando il libro che tu hai ora presentato. Nonostatne non sia proprio il mio genere, credo di poter dire che... merita davvero di essere letto fino alla fine
    Brava Marianna, mi hai battuto sul filo di lana!!! ^__^

    RispondiElimina
  10. Rita ma daiii allora sono curiosa di leggere la tua recensione! per me è stato facile fare in fretta perchè il thriller è uno dei miei generi preferiti! Smack

    RispondiElimina