11.09.2011

LA FOCACCIA DI MIA NONNA

Ciaooooo, oggi post culinario.
Quando avevo all’incirca sette anni,nel periodo Natalizio andavamo sempre dai nonni materni per la riunione pre natalizia a base di Focacce fatte in casa dalla mia splendida nonna.
La mia nonna materna è sempre stata una bellissima donna (io infatti ho preso tutto dalla nonna paterna @_@) ed un’ottima cuoca, e finchè le forze l’hanno aiutata è sempre stata la regina di un focolare pieno zeppo di gente.
Dicevo in questo periodo, pre natalizio, all’incirca metà novembre inizi dicembre, mia nonna era solita impastare una grandissima quantità di farina di grano duro (detta anche farina gialla) per fare le sue famose focacce che variavano dalla classica pomodoro e mozzarella, a quella ripiena fino a quella bianca con olio e origano!
Nonostante io fossi piccola mia nonna mi lasciava entrare nel suo regno incantato, il cucinino, e mi faceva impastare con lei la focaccia, perchè diceva che se impari da piccola a fare una cosa poi non la dimentichi più ed infatti è vero non ho mai dimenticato la sua semplicissima ricetta ed il modo in cui impastava la “sua” “MASSA” (impasto) come dice lei ^_^!
Questa è la Focaccia che abbiamo mangiato sabato sera, non trovando la farina di grano duro ho usato quella di kamut è venuta ottima!



La ricetta è semplicissima, tutta ad occhio mia nonna va così i suoi occhi sono bilance hahah!
Ingredienti per 4 persone
500 gr di farina
mezza bustina di lievito di birra, o metà dadino
due cucchiai di olio evo
un pizzico di sale.
lavorate energicamente l'impasto, io quando lo lavoro penso a qualcuno che in quel momento vorrei prendere a pugni e ci vado giù pesante :), quando sentite che risulta liscio ed omogeneo lo riponete in un contenitore, fate una bella X con un coltello sulla superficie e coprite il contenitore con uno strofinaccio e lo mettete al buio per circa un'ora, un'ora e mezza.
Quando lo riprenderete l'impasto sarà raddoppiato e pronto per essere condito come più vi piace ed infornato in forno ben caldo per 30/40 minuti a seconda dei forni e di come vi piace la cottura.
Bene io ho detto tutto vi auguro buona serata!!!!
smack
p.s. Guardate questa mattina nella metro A cosa è successo ho pensato seriamente di lasciarci le penne @_@
questa foto l' ho scattata con il mio cellulare mentre ero ferma da otto minuti sottoterra !

11 commenti:

  1. Questa focaccia è buonissima! sabato sera me la rifai? :D
    per quanto riguarda la metro lascia perdere qui non so contenti se non ci scappa il morto! maledetti! ecco sabato pensa all'atac quando devi prendere a botte le "massa" :D

    RispondiElimina
  2. E' vero, pensa all'atac quando devi impastare!! :'( Ho già dato su FB per quanto riguarda i mezzi! Ottima questa focaccia! A me piace tantissimo anche semplice, con olio e origano! Che bontà! Bravissima! SMACK

    RispondiElimina
  3. Anch'io quando impasto penso di "frantumare" qualcuno che mi sta antipatico, per questo non uso l'impastatrice! Ottima la tua focaccia, i tuoi dolci ricordi la rendono ancora più buona, Laura

    RispondiElimina
  4. Adoro la farina di kamut,e quando una ricetta proviene da una nonna è ancor più speciale!Che fame...

    Comunque vedo che a Roma non cambiano le cose,anche qui a milano la situazione è grave sui mezzi...lavoratori che devono subire queste cose ogni giorno...forza girl!

    RispondiElimina
  5. @ Emy si te la rifaccio ;), pensando all'ATAC!

    @ Chiaretta grazie ^_^ un giorno te la porto così l'assaggi e mi dici com'è!

    @ Laura, ahaha benissimo allora non sono l'unica ahahah tanto questo impasto più lo maltratti e più viene buono :D!

    @ Alessandra,è verissimo è tanto buona e la focaccia è venuta leggera e croccante la porterò giù per farla assaggiare alla mia nonna ^_^!

    RispondiElimina
  6. Ale per i mezzi di Roma non c'è speranza se leggi gli articoli sulla Repubblica o sul Messaggero capirai che a Milano siete in Paradiso!!!!
    poveri noi :(

    RispondiElimina
  7. Marianna ho appena letto l'articolo del Messaggero...sono esterrefatta...spero che facciano al più presto qualcosa per i lavoratori,non è giusto rischiare la vita e cominciare la giornata in condizioni simili.Io che ho problemi di pressione bassa conosco il panico che si prova quando si è schiacciati così in metro.Non ho davvero parole!

    RispondiElimina
  8. Guarda i mezzi pubblici romani sono indescrivibili...la focaccia la faccio spesso anche io!!!non ci credo che non hai preso niente dalla nonna materna... :)

    RispondiElimina
  9. @Ale a chi lo dici ho la pressione sempre ai minimi storici, pensa che una volta d'estate svenni in tribunale mi misurarono la pressione e avevo 30 su 60 e l'infermiere continuava a dirmi ma come ti senti e io BENISSIMO perchè??? sei sicura che non hai male al petto? io si e la testa come la senti? io un pò pesante ma è normale sono appena rinvenuta e LUI sicurissima @_@!!! perciò pensa come stavo ieri :'(!
    p.s. sai che faccio finisco di raccontartelo in un post GRAZIEEEE!

    @ Secondo binario e tu ne sai qualcosa perciò non approfondiremo tale scempio... ^_^ da mia nonna materna ho preso la voglia di cucinare solo questo :D!!! smack!

    RispondiElimina
  10. Bonaaaaa... :Q____
    La provo, la provo! :D
    Mamma mia, io non so come fai a vivere tutti i giorni queste situazioni... :(
    Smack!!

    RispondiElimina
  11. @ Pri infatti voglio cambiare città, sto cercando lavoro altrove, non ne posso più mi è venuta la gastrite da stress!
    La Focaccia provala e poi dimmi com'è smack!

    RispondiElimina