9.21.2011

DEGNA CONCLUSIONE DI UNA GIORNATA DEL PIFFERO!


ecco quando si dice che non é giornata non é giornata! ieri sera tento di andare a casa
come ogni sera, (dico tento perché tanto ogni giorno ce n'é una e nessuno si degna di dire come mai) cerco di entrare in una metro stracolma di turisti pieni di buste firmatissime, (tanto al loro il 21% gli viene restituito), trovo un micro posto e mi posiziono in modo da non dare fastidio a nessuno; immediatamente la mia attenzione viene colpita da una ragazza che estrae dalla borsa un bellissimo ombretto fucsia shimmer e, sia io che i due ragazzi gay che mi circondavano, abbiamo iniziato a fissarla rapiti dai movimenti, quasi precisi, del suo dito indice che andava prima nell'ombretto e poi sulla palpebra e poi con il dito medio tirava la palpebra ed il dito indice inizia a creare una leggera sfumatura e così anche per l'altro occhio, poi estrae la matita nera e, tutti e tre,  quasi come se i nostri pensieri fossero connessi con il bluethoot, abbiamo pensato “e mo come la metti con il movimento della metro sui binari?!?”e lei con noncuranza stappa la matita e prende a passarla nella rima superiore della palpebra (quella in cui sono attaccate le ciglia, per capirci) una,due, alla terza passata comincia a lacrimarle l'occhio e così alza lo sguardo per ricacciare la lacrima indietro eeee ci becca in pieno! inutile dire che abbiamo iniziato a fare i vaghi, ma dove guardi quando stai in un tunnel tutto nero e per giunta sotto terra? lei ha sorriso noi tre ci siamo guardati nel riflesso del finestrino e dopo aver sorriso siamo tornati a guardare la colorazione dell'altro occhio! finita l'operazione trucco é passata ai capelli, ha sciolto la coda di cavallo ha cominciato a rimestarli ben bene per  ravvivarli un po' e poi ha pensato bene di passare le dita tra di essi per tutta la lunghezza fino ad ottenere un bel po' di capelli biondi fra le mani che ha lanciato sui miei pantaloni blu e sulla mia borsa frigo @_@ !
Decido di fare la cordiale e faccio finta di niente mentre i due fidanzati dietro se la ridacchiano e cerco di scendere dalla metro, arrivo su per prendere l'altra linea e la voce dice che ci sono dei rallentamenti, aspetto i miei bellissimi 5minuti (che per una metro all'ora di punta é tantissimo, credetemi) e salgo su in un caldo e puzzo infernale cerco di rimanere calma, ma dopo 5 fermate arrivo alla stazione del treno che mi porta a casa eeee..PER UN GUASTO TECNICO LA LINEA E' RALLENTATA NON SAPPIAMO A CHE ORA PARTIREMO! dopo la rivolta siamo riusciti a far partire il treno alle 19:30! e così ho pensato mai e poi mai arriverò a 103 anni come la suocera di una mia amica! con lo stress che ogni giorno dobbiamo sopportare non sappiamo nemmeno se arriviamo a domani!
p.s. questa mia amica prese l' "acida vecchina" in casa all'eta' di 80 anni convinta che le restassero si e no 4/5 anni e invece sono 20 che la stressa e a quanto pare gode di ottima salute! ma questa é
un'altra storia che un giorno vi racconterò
kiss my lovely girls :)


13 commenti:

  1. Ahahahhah mi hai fatto morire con l'adorabile suocera 103enne! Ti dico solo che una mattina sono entrata di corsa in ascensore per andare allo studio, avevo il fiatone e una vecchina mi disse: non puoi ridurti così, dai retta a me! Prendila con più calma!! Magari fosse facile signora mia, di questi tempi! Ps: bellissima la foto in fondo, davvero significativa!

    RispondiElimina
  2. ahahah nella foto siamo noi povere sfigate che aspettiamo in vano la metro o il treno che forse ci riporterà alle nostre amate abitazioni!!!
    ahahahah la vecchina te stava a dì CARMETE CA NUN CI ARIVI A DOMANI!!! ahahah fosse facile poi....

    RispondiElimina
  3. e lasciamo perdere va che è meglio! maledetta ATAC!

    RispondiElimina
  4. Ti dico solo che la mia bisnonna è campata fino a 106!
    Comunque il trucco in metropolitana non l'avevo mai sentito, e lo trovo anche parecchio anti-igenico!

    RispondiElimina
  5. @ EMY Già!!!

    @Ladybug come no?! qui a Roma è normalissimo, c'è gente che parte dal primer per arrivare al rossetto!
    Io non ci riuscirei la gente, tipo me, ti fissa per tutto il tempo per carità!
    p.s. parente di Regina Madre per caso????@_@

    RispondiElimina
  6. La cosa a londra è comunissima. Le ragazze escono dal lavoro, entrano nella metro ragazze normali, ne escono con due tacchi da giraffe, pettinatura perfetta, trucco fichissimo e vestito da sera.
    Come fanno? Boh, secondo me è un dono di natura.
    Concordo in pieno sulla morte precoce per lo stress.
    Baci cara

    RispondiElimina
  7. ahahah Un po' come noi quando eravamo adolescenti, entravamo nell'ascensore acqua e sapone e ne uscivamo perfettamente truccate ;)!
    Smack!

    RispondiElimina
  8. Ci ho provato anch'io a truccarmi in metro, perché ero in ritardissimo. Mi sono sfondata un occhio.
    Mai più.
    'azzo che gentile ad offirti parte della sua chioma..! o_O

    RispondiElimina
  9. Vabbè argomenti scottanti; atac e acide vecchine...come ti metti ti metti caschi male!!!!

    RispondiElimina
  10. @ Pri ahahah immaginavo che tu fossi fra gli eletti ahahah!!! si infatti che schifo, io già odio i miei figuriamoci quelli delle altre addosso :/

    @ secondo binario tu ne sai qualcosa!!! UFF!!

    RispondiElimina
  11. carissima non posso mai finire di leggere seriamente una tua giornata tipo perché alla fine scoppio sempre a ridere!!!!! quella della vecchietta non me la perderò ;)

    RispondiElimina
  12. ahahah e che vedo sempre il lato comico della giornata @_@!
    ahahah poveraccia, guarda, l'ho incontrata domenica era a TOCCHI! ahahah 103 so 103 cazzarola!
    smack!

    RispondiElimina
  13. @Marianna: Eh sì, era sua madre!
    -.-

    RispondiElimina