7.30.2011

I MEZZI PUBBLICI PARTE SECONDA

Salve a tutti questo post viene pubblicato oggi ma é stato scritto fresco, fresco alle ore 19e20 appena scesa dalle due metro e salita sul trenino affollatissimo perché senza sapere niente hanno eliminato le due corse precedenti!
Tutto questo per ritornare ad un altro tema scottante del mio blog i mezzi di Roma! vista dall’esterno, si direbbe che non é complicato muoversi a Roma ci sono solo due metropolitane A e B tutte e due hanno un solo snodo centrale a Termini!
E fin qui non ci piove!
Adesso raccontiamo la verità le metro fanno un giro stupidissimo per cui io per arrivare in centro sono costretta a prendere,oltre il trenino, due metropolitane e sto a Roma (Ostia é Roma), la mia amica che abita fuori Roma prende solo il treno ed una metro... perciò rendetevi conto del genio che ha progettato tutto!
Ma veniamo al punto Roma tutto l'anno é letteralmente invasa da orde di turisti che ancora viaggiano in gruppo! ci sono i gruppi catecumenali tedeschi media di età 65 anni; gruppi di chierichetti medi di età 30; gruppi di americani; media di età indefinita; gruppi di giapponesi indefinita anche in questo caso! e varie famigliole fidanzatini, sposini ecc.. di tutte le nazionalità!
Vorrei premettere che  in qualche paese europeo io ci sono andata e quello che mi ha colpito subito é stata l'efficienza della metropolitana, o comunque dei mezzi pubblici in generale,e la correttezza e compostezza dei cittadini rispettosi di mantenere la destra sulla scala mobile, di sollevare la valigia appena finita quest'ultima, di non ammucchiarsi davanti agli ingressi dei treni per facilitare l'ingresso dei passeggeri ecc...
Non so perché, appena mettono piede qui in Italia, un mostro si impadronisce di loro, gli succhia tutta l'intelligenza e l'educazione, lasciandogli intatta la stupidità più recondita stipata in chissà quale parte del cervello, e, così, ha inizio la nostra via crucis! orde di giapponesi che dalle 8 di mattina si ammucchiano alla fine della scala e davanti all'unico ingresso lasciato aperto, per via della ristrutturazione della stazione termini, e dato che puzzano d'aglio da morire che fai? ti butti nella mischia così rischi di uscirne traumatizzato o prendi la metro al contrario scendi alla prima fermata e riprendi la tua direzione ripassando per termini, ma a quel punto se già sulla metro perciò sei salva (si fa per dire ovvio) io opto spessissimo per la seconda! una volta sul convoglio sei in compagnia di questi simpatici grupponi che scendono tutti alla ferma San Pietro (dopo la mia) e quindi inizi a sentire la gente che sbuffa e.. permesso, niente, sorry, niente, scusi niente, li prendono di peso e li spostano fra vari borbottamenti fra cui turisti de m.. ma come' che stanno tutti rinojioniti?.. arrivi al lavoro e già sei sfinita!
Ma la sera non va meglio perché a luglio entra in vigore l'orario estivo perciò meno metropolitane e quindi ti ritrovi con uno di questi gruppi che hanno camminato tutto il giorno, hanno sudato sotto il sole cocente italiano e quando alzano le ascelle c'é da morire! aggiungeteci che ieri sera oltre all'ascella mortale c'era anche un muratore romeno ubriaco fradicio che borbottava nella sua lingua mentre dormiva in piedi piegandosi sulle ginocchia!
 p.s . per spezzare una lancia in favore dei turisti, vi posso dire che a termini regna davvero il caos, pensate che la scorsa notte hanno attaccato il pavimento e la mattina dopo già mancavano due mattonelle, ogni giorno cambiano percorso o chiudono un'entrata e dalla fine del mese intere tratte saranno chiuse! @_@ come farò!!!
smack :)   



7.29.2011

METODO SCARICA STRESS?... GUARDARE BRIDGET JONES







Ma Buongiorno amici ed amiche.. questa  giornata ancora mi sorride il telefono ha squillato una sola volta ancora e tutti stanno dormendo, perciò approfitto di questa mattina solitaria per poter scrivere un po'!
Ieri, come qualcuno avrà notato ero tesa come una corda di violino, sono giorni tesissimi questi qui dentro, tutti si preparano alla partenza e nessuno vuole lasciare niente in sospeso, e così sono rientrata a casa con la testa che mi scoppiava ed i nervi a fior di pelle, nemmeno la corsetta serale al lungo mare è servita e così che cosa ho fatto? Ho cenato, ho parlato con una mia amica fino alle 10.30 e già andava un pò meglio ma poi.. IDEA perchè non accendere il pc e guardare un film carino, divertente e che ti faccia dimenticare le giornate orrende?Ed ecco l'idea BRIDGET JONES e chi se no? una sfigata 32/33 enne come me, che ha un lavoro figo (il mio è orrendo) ma lei, ovviamente, viene impiegata per fare servizi improponibili che nessuno farebbe mai, ha un fidanzato da urlo (io adoro Colin Firth) e un ex "fidanzato" donnaiolo che le da il tormento ecc... non vi racconto la trama tanto sicuramente tutti o quasi tutti voi l'avete visto!
Ragazzi che toccasana, mentre guardavo "Che pasticcio Briget Jones"  sentivo piano, piano la tensione sciogliersi dalle spalle e man mano che ridevo mi passava l'agitazione ahahah pensate che quando sono andata a letto ridevo a crepapelle per quella frase che diceva il padre di Mark Darcy, L'ammiraglio Darcy, al famoso pranzo bonsai della mamma di Bridget ahaah ve la ricordate? “Ammiraglio  Darcy gradisce ancora una mini tartina?” “No, grazie il mini budino all'uvetta mi ha dato il colpo di grazia!” ahahahha dio solo a scriverla rido ancora!
Morale della favola, se vi sentite stanchi, nervosi e non siete riusciti a lasciare il lavoro fuori dalla porta di casa il mio consiglio è.. TUTTI E DUE I FILM DI BRIDGET ahahaha, vi sentirete subito meglio ve lo garantisco!
E poi si sa il riso fa buon sangue o come era??? Vabbè ridere fa comunque bene alla salute!
Un bacione a tutti qui iniziano a Rompere KISS!

7.28.2011

NEVROSI DI UNA SEGRETARIA...SULL'ORLO DI UNA CRISI DI NERVI

ore 8.45 drin drin drin drin drin all'infinito ovviamente io non rispondo, cerco di accendere il pc e farmi ampiamente i fatti miei visto che inizio alle 9.00! Ma niente drin drin drin il telefono sembra un albero di natale tutte e 8 le linee si illuminano, 8.50 il citofono...grrrrrr che ignoro come se fossi un anziano che ha appena spento amplifon per non sentire... 8.55 drin drin drin drin drin drin... grrrrrrrrrrr, mia alzo dalla sedia e vado in cucina a farmi un caffè ma sento il malefico suono provenire fin giù, la cucina è in fondo al corridoio e vi ricordate che vi avevo detto che lo studio è di 330 mq, vero?!?, lo ignoro e cerco di fare tutte le cose mie con calma.
Torno in segreteria, mi metto seduta ore 8.59 drin drin drin drin, non rispondo due nano secondi dopo mi squilla il cell. PRONTO?!? e si sono l'Avv. tal dei tali, uno che lavora qui, che si presenta sempre con l'appellativo, come se io non lo sapessi che lavoro fa e chi è!, e io fra l'incredulo e l'imbestialito dico SI?!? che c'è? è da tanto che provo a Studio ma non c'è nessuno??? Ah era lei.. allora e che cosa è successo? Ho perso il cellulare (.. sti ca**) e non trovo il numero del dott. prof. Pinko Pallo, dobbiamo avvertirlo che l'udienza è stata spostata in un'altra sede sempre alle ore 10.00!!! E lei mi chiama alle 8 e 45 per dirmi questo?? E be si è una cosa di una certa rilevanza... MA VAFF!!!
Ore 10.00 arriva Boss dai sbrighiamoci, io intanto ero sulla scala per prendere delle pratiche, devo fare quei pagamenti, daiii mi vado a collegare, rispondo mestamente OK!
ore 11.00 mi chiama una cliente, di una maleducazione esagerata, con quel tono di voce tipico di chi ti ha scoperto a rubare una merendina e vuole dirlo a tua madre.."SIIIIIIIIIGNORA!!! IO NON RIESCO A MANDARE UN FAX! Io quei toni proprio non li digerisco e così più acida di Lei le rispondo e cosa posso farle io?! COME IO NON CI RIESCO E LEI MI DICE COSI', IO LO DEVO INVIARE, E LO DEVO FARE ADESSO.. ! io allora rispondo, signora mandi una e-mail.. CHE COSA?!?! NO! IO DEVO MANDARE UNA FAX  SE AVESSI VOLUTO MANDARE UNA MAIL L'AVREI FATTO PROVVEDA IMMEDIATAMENTE ..! CLICK ha chiuso?!? vi rendete conto? mi fumavano le narici come un toro in una arena!
Respiro profondamente e, ho chiamato telecom e mi hanno detto che effettivamente c'è un problema sulla linea.. ma secondo voi troll si fidava?!?
NO, ovviamente e così sono dovuta andare in cantina caricarmi il vecchio fax e fare la prova.. dalla sua sommità dice " U NO E' UN PROBLEMA DI LINEA PREAVVERTIAMO TELECOM!" @_@ l'ho già chiamata avvocato e mi avevano detto che era la linea...!!! drin drin drin drin drin... SIGNORA SONO ANCORA IO ED IL FAX NON VA!!! mi sono infuriata e le ho risposto per le rime.. e lei senza scomporsi mi passi il suo capo ed IO non c'è e non si permetta mai più di fare queste scenata mi ha CAPITO bene! mandi una mail altrimenti aspetti domani!
Siamo solo alle ore 13.21 fino a sta sera alle 19.00 cosa succederà AIUTO!

7.27.2011

LA CENA DI STUDIO/COMPLEANNO

Per rispondere alla domanda di Pri,  che mi chiedeva come Troll festeggiasse il suo compleanno vi scrivo un post che inizia con una domanda, secondo voi, che ormai dovreste aver capito come è fatto, il suo compleanno può essere festeggiato normalmente?
Ogni anno, nella data in cui avviene l'evento straordinario, viene organizzata, da lui stesso, la tradizionale cena di Studio, nel circolo, per dirla a parole sue, PIU' ESCLUSIVO DI ROMA... ovviamente ci fa pervenire la richiesta del regalo tramite la pargoletta  e tutto si svolge secondo preciso protocollo.
La cena si sviluppa nel seguente modo:
1) Noi dello studio, veniamo invitati attraverso mail interna;
2) Un'altra mail con i nomi VIP viene inviata in segreto da un'avvocatessa designata per l'occasione, nessuno deve essere a conoscenza di questa rosa di nomi, peccato che mettano come riferimento il telefono della segreteria e così puntualmente veniamo a scoprire tutto;
3) Si organizza sempre nello stesso luogo e sempre con il solito buffet, i tavoli vengono riservati in modo tale che vengono disposti in maniera concentrica così da potersi allontanare dal nucleo centrale a seconda dell'importanza che si ha;
4) Non si accettano NO come risposte da noi dello studio.
Si arriva in questo posto pieno zeppo di vecchi tromboni, politici, assessori accompagnate da donne così siliconate che un alito di vento le farebbe volare come i palloncini che si vendono alle bancarelle nelle feste di paese, e veniamo gentilmente accompagnati dal cameriere verso la porzione di prato che ci è stata assegnata e veniamo invitati a sederci, ovviamente, noi che conosciamo l'andazzo cerchiamo di sederci ai tavoli disposti esternamente MA... puntualmente arriva la sua voce.. E NO DOTTORE' LI DEVONO STARE I PERSONAGGI PIU' IMPORTANTI .. a ok mi scusi e cambi tavolo E NO AVAND NON SI PUO' FARE COME SI VUOLE LASCI STARE L'AVV... E LEI VENGA QUI! ovviamente al tavolo delle persone più sfigate con le quali si e no durante tutto l'anno scambi mezza parola!!!
Questo è il suo modo di festeggiare, costringere tutti a fare come dice lui facendoti passare una di quelle serate in cui una fucilata in pieno petto sarebbe una liberazione!
Amiche ed Amici vi lascio a questa perla di saggezza e scusate se in questi giorni sono sbrigativa e che non ho il tempo materiale di pensare, di scrivere, mi sta sulle spalle come un avvoltoio per chiudere tutto prima della sua partenza... Spero che dal 1 Agosto sarò un po' più libera per poter ritornare alla grande!
SMACK!!!
Ecco cosa penso nelle 5/6 ore che passo li!
come mi piacerebbe essere con gli amici al pub!!!

7.25.2011

PERCHE' CHI NON HA TESTA... HA PRIGIONE

Salve a tutti. Oggi mi odio mi prenderei a schiaffi mille volte, vi racconto tutto.
Ore 6.00 suona la malefica, mi alzo già con un nervo per capello perchè
A) è lunedì sarò sola in ufficio, visto che Chiara è partita per le vacanze;
B) una demente di vicina non riusciva ad uscire dal parcheggio (la camera da letto affaccia proprio su di esso), perchè rispetto a come stava sarebbe bastata una manovra, ma lei no intignava a voler uscire dall'altra parte e così vai di gas prima, retromarcia, prima, retromarcia e WRRRRRRRRRRRRRR grrrrrrrr dalle 5.30!
C) Ho dimenticato le chiavi dello Studio a casa e quindi sono rimasta fuori seduta sui gradini a farmi mangiare dalle zanzare fino alle 9.30 e poi mi è toccato chiamare il capo con tutte le conseguenze del caso, fortuna che oggi era allegro e non mi ha detto niente, però sono rimasta bloccata in ufficio tutto il giorno, perchè se fossi uscita nessuna mi avrebbe più riaperto... una giornata interminabile due ore chiusa in una stanza a cercare di schivare, chi nonostante sapesse che erano le mie due ore di pausa, cercava di rifilarmi qualcosa da fare @_@!!!
Adesso vi lascio perchè se mi fanno squillare ancora l'interno URLO come una delle Erinni!
smack AAAAAAAAAAAAAAAAAAAAA

7.22.2011

COM' E' ESSERE GEMELLE?

ciao tutti vi avevo accennato in un paio di post che ho una sorella gemella omozigote e mi ero ripromessa di scrivere un bel post e così eccomi qui!

Come é avere una gemella?
Questa è la domanda che mi sento fare più spesso, avere una gemella é la cosa migliore che mi sia capita e sono davvero contenta che sia successo a me!
Mai in 33 anni di vita mi sono sentita sola per un attimo, mai ho avuto la sensazione di qualcosa che mi mancava anzi mi sentivo e mi sento fortunata di avere una sorella un'amica con cui condividere tutto!
Però non sono tutte rose e fiori intendiamoci!
Vi racconto come è iniziata nel 1978 non esisteva l'ecografia e così mia madre credeva di avere in pancia un vitellino iper attivo e iper sviluppato!
Ma a sette mesi il vitellino ha scalciato per poter uscire e i miei genitori si sono trovati nella sala parto di un ospedale atterriti dal tempo prematuro e dalla enormità che avrebbe avuto questo pargolo e così mentre uscì mia sorella si accorsero che in realtà era uno scricciolo di appena 2kg e 100 grammi e increduli si chiedevano ma come mai allora tutto quel pancione? All'improvviso il ginecologo guarda mia madre negli occhi e le dice ragazza mia (aveva appena 23 anni) si prepari perché  ce n'é un'altro! mia madre era sconvolta, mio padre (25enne) cadaverico, (che nello stesso tempo pensava speriamo sia un maschio! ah gli uomini!)si sono guardati e hanno detto e vabbé! e dopo 5 minuti sono nata io(femminuccia, povero papone)! da quella incubatrice in poi siamo state sempre insieme e siamo diventate le gemelline!
Nei 19 anni a P. abbiamo vissuto una "gemelvita" normale, a parte il fatto che doppie erano le rinuncie perché due figlie uguali e un solo stipendio non era facile ma siamo state viziate quello che bastava per renderci felici! E, a parte i giochini deficienti a cui ci sottoponevano, per dimostrare che i loro figli erano intelligenti, ad ogni festa di compleanno, natale, capodanno, ci toccava scambiarci mescolarci mentre la bambina o il bambino di turno teneva gli occhi chiusi  per vedere se poi ci avrebbe riconosciute! ricordo ancora la frase che dicevamo " mamma se ci dicono scambiatevi noi non lo facciamo"  ed invece puntualmente tacc, eravamo viste come due bambine uguali ma senza destare tanto stupore.
Appena arrivata a Roma è iniziato il delirio, io e mia sorella due fenomeni da baracconi, hanno iniziato ad additarci e con occhi sgranati e sgomitate, nemmeno tanto nascoste, a dire “ Oh! Guarda sono gemelle, impressionante, si guardale due gocce d’acqua! E ridolini”.
Una volta, tanto per raccontarne una, eravamo all’aeroporto sui tappeti scorrevoli e chiacchieravamo del più e del meno di fronte a noi un signore sussulta, io pensavo gli fosse venuto un malore, e dice O DIO!!!! DUE GEMELLE UGUAAAAAAAALI!!!! Io e mia sorella eravamo sconvolte non solo ci ha fatto spaventare ma poi che ca** gridi!!!
Davvero non mi aspettavo tutto questo stupore in una città come Roma, pensavo ci fossero trilioni di gemelli e che nessuno avrebbe fatto caso a noi, la gente va in giro con i bigodini in testa nella metro e nessuno la guarda Noi destiamo curiosità… (giuro l’ho vista io la signora imbigodinata era una bella signorona di colore e oltre i bigodini aveva una retina per tenerli fermi fucsia!)
 E poi, cavolo, Roma non è stata fondata da due GEMELLI? Romolo e Remo... la lupa.. o sbaglio?! @_@ 
Veniamo alle frasi tipiche;
1)      Mamma mia due gocce d’acqua come fanno mamma e papà a riconoscervi?
2)      Identiche, ma i fidanzati non vi scambiano?
3)      Perché se ti chiamo con il nome di tua sorella ti giri ? (tanto è uguale ormai siamo una crasi dei nostri nomi);
4)    Ma a scuola  vi siete mai scambiate? Se io avessi avuto una gemella l’avrei fatto!!! ( no perché i prof. Ci interrogavano simultaneamente)
5)      Vi siete mai separate?
6)      Come mai avete fatto Università diverse?
7)      Perché parlate al singolare? (forse perché siamo due persone distinte e separate)
8)      Ah! tua mamma sale, e la tua?? @_@
9)      Quanti anni hai? Ahahahh E tu??? (simpaticissimi)
10)  Al check –in .. ma non le avevo già controllato il passaporto?
11)  Perché non vi ricamate i vostri nomi sulla maglia, o che ne so anche un ciondolo per distinguervi! (perchè voi vi ricamereste i vostri nomi sulle maglie?)
12)  Ma è vera quella cosa che se un gemello si taglia l’altro sente dolore? (NO, abbiamo un empatia più sviluppata e perciò quando mia sorella aveva un esame, sentivo la fitta allo stomaco quando veniva interrogata e lei la stessa cosa)
Ecc…. potrei continuare all’infinito, ma non voglio annoiarvi, ecco ogni giorno ci succede questo e abbiamo imparato a rispondere sempre educatamente e con il sorriso.
Però credetemi io e mia sorella siamo uguali ma non identiche a primo acchito sembriamo due gocce d’acqua poi si notano le differenze, sia caratteriali  che fisiche.. be certo poi abbiamo gli stessi gusti e ci piaccio le stesse cose ma alla fine siamo due persone che si ADORANO ma che hanno le loro vite il loro lavoro i loro amici!
Detto questo vi saluto, mi sa che questa volta il post è un po’ lungo perdonatemi!
Baci

7.21.2011

LE BUGIE HANNO LE GAMBE LUNGHE ED IL TACCO DIECI DI ELISABETTA MICHILIN

Per la recensione del libro vi invito ad andare da Chiara, mentre per le sensazioni suscitatemi  se volete restate qui da me.
Innanzitutto ho conosciuto, questa bravissima autrice nonché blogger nei followers di Chiara mi ha incuriosito il nick name La Redazione, e così mi sono intrufolata nel suo blog e leggendo prima un post, e poi l’altro mi sono  “innamorata” del suo stile sobrio e divertente e allora ho pensato perché non leggere il suo libro? L’ho contatta per e-mail e lei, carina, mi ha dato istruzione su come acquistare il suo libro e me l’ha mandato anche con dedica *_*!
Già la copertina mi ha esaltato il colore è bellissimo e, nemmeno a farlo a posta, è perfettamente in pendant con la borsetta termica del pranzo, ma poi ho iniziato a leggerlo e mi ha letteralmente rapita, l’ho letto in due giorni perché davvero non riesci a staccarti da Alice (ELIS) e da tutti  i personaggi che le girano intorno!
La cosa meravigliosa è che ho ritrovato in Alice un aspetto del mio carattere che ho sempre amato e cioè prendermi cura delle persone.
Da quando ero ragazzina, sono sempre stata chiamata dalle mie amiche per fare cerette, tinte, messe in piega,trucchi, poi hanno iniziato a chiamarmi le amiche di mia madre, le zie, le nonne con le frasi “Marianna mi viene a mettere la tinta, i bigodini, l’henna, lo smalto ecc..” e così è nata la mia passione per il make-up e per la cura della persona in generale.
Quando si legge un libro, inevitabilmente si finisce per immedesimarsi in uno dei personaggi che più si avvicina al nostro modo di fare e di ritrovarsi, così, protagoniste del romanzo stesso ma questa volta, però, Alice, in questo lato del suo carattere, mi è sembrata proprio me e questo mi ha esaltata e non poco, riempiendomi il cuore di gioia perché mai e poi mai pensavo di “leggermi” in un libro.
Detto questo, care amiche vi consiglio di contattare Elisabetta alias La Redazione, per comprare e quindi leggere le avventure della povera Alice che vi farà sorridere, commuovere, arrabbiare ma anche tanta tanta tenerezza!
Baci!
P.S. giudicate voi questa è la copertina del libro e questa è la mia borsa pranzo non sono bellissime!



7.20.2011

TRANQUILLITÀ

Buon pomeriggio a tutti, mentre parlavo con un'amica mi sono resa conto del profondo cambiamento che è avvenuto in me in questi anni!
Lei era fomentata dal fatto che sabato era andata all'inaugurazione di un locale sul mare ed era pieno di gente e che per prendere da bare a fatto una fila di un'ora e che a stento si vedeva la sabbia ecc... io ascoltavo e dentro di me pensavo, per carità ma io non ce la farei mai a fare la fila di un'ora per ritrovarmi in un locale chiassoso, buio, e per di più pieno di fumo, visto che era all'aperto!Mi sentivo fortunata per non essermi trovata in quella situazione anzi a dire il vero ero proprio felice.. la stessa cosa mi è capitata l'anno scorso, mentre tutti i mie amici su Fb mi raccontavano quanto erano state belle le Feste Patronali del mio paese, a cui io, causa lavoro, no avevo potuto partecipare, e, a quanto il mio bellissimo paesello, scoppiasse di gente di tutte l'età e provenienti da tutte le nazioni, canada, america, america latina, belgio, francia ecc... mentre parlavano mi piangeva il cuore per non essere li a godere di tanta emozione ma allo stesso tempo pensavo a quante ore di mancate dormite mi ero risparmiata e così gongolavo al solo pensiero che io alle 10.30 massimo 11.00 ero già a letto mentre per loro la serata stava appena iniziando...
STOP! ORRORE! MA QUANDO MIA NONNA SI E' IMPOSSESSATA DEL MIO CORPO E DELLA MIA MENTE?
A dire, il vero io non sono mai stata quella che possa definirsi un animale notturno, anzi se non faccio le mie 9 ore di sonno divento isterica... ma ca***o ad una serata piena di gente non ci avevo mai rinunciato, anzi ero strafelicissima di vedere tante persone messe insieme e criticavo sempre tutti quelli che dicevano io la confusione la ODIO! e io rispondevo impettita scherziiiii io LA AMO!!
Ed ora?? Aiutooo mi riscopro ad odiare la confusione, ad amare i posti tranquilli ed isolati.
Pensate che la domenica pomeriggio per l'aperitivo sulla spiaggia scelgo sempre un posticino per niente Glamour dove ti servono ancora la birra in bottiglia e ti danno il sacchetto delle patatine da stuzzicare, a gestirlo è un signore che  pratica il surf da anni  in tutti quei posti fighi come l'Australia... la Nuova Zelanda ecc..
Ecco è questo che io ora adoro un tramonto, una spiaggia ed una bottiglia di birra con un sottofondo musicale soft e sopratutto senza confusione...!

Ma questo fa sempre parte di quella fase di cui parlavamo ieri qui su???? 
HELP!

7.19.2011

LUGLIO...

Luglio col bene che ti voglio.. diceva una vecchia canzone.. bene quando ero piccola e mia madre mi riempiva la testa di tutte queste meravigliose canzoni, comprese anche tutte le Vianello's songs, credevo che il mondo fosse meraviglioso, credevo che l'estate fosse meravigliosa, credevo che Luglio ed Agosto fossero i miei periodi preferiti, tutto questo prima di entrare nel magico mondo dell'età adulta!
E bene si, all'inizio dell'Università Luglio è stato definito come l'ultimo mese in cui sostenere gli sforzi maggiori, era il mese in cui programmavi 2,3 esami in modo da arrivare alla agognata borsa di studio sana e salva, e quindi giù con lo studio da vera dura... due esami venivano studiati tra la mattina ed il pomeriggio ed uno sottolineato nella notte bollente che caratterizzava la simpatica stanza dell'appartamento pittoresco di cui vi avevo parlato qui.
Poi c'è stata la Laurea e quando poteva capitare la mia seduta se non a  Luglio??? Ok quello è stata davvero un Luglio felice, mi toglievo l'enorme macigno posizionato per 5 anni sullo stomaco (in realtà Sociologia prevede 4 anni di studio io ho dovuto attendere un anno per poter avere un posto con il professore della tesi @_@) e mi sentivo libera forte e capace di affrontare il mondo sulle mie punte lasciate appese al chiodo 20 anni prima.
Poi è arrivato il lavoro e devo dire che Luglio, in tutti i lavori che ho fatto è sempre stato un mese frenetico per  via della imminente chiusura estiva, ma mai e poi mai come in questo posto... a rovinare tutto ovviamente è Troll, che non si capacita che tutto introno a lui dal primo Agosto comincerà a chiudere per riaprire lentamente i primi giorni di settembre. 
Ovviamente lui parte per la sua adorata meta fuori italia, come tutti gli anni,  però deve mettere tutto a posto prima che lasci la nave sola a navigare per acque deserte tutto il mese di Agosto, e bene si questo Studio non chiude mai e così tocca a me e Chiara prendere in mano il timone di uno studio deserto in una città altrettanto deserta, questa ormai è una consuetudine e non ci rammarica più come una volta, ma la cosa che ci rende isteriche è LUI con le continue richieste, tutte insieme, e con l'ansia a livelli stratosferici, che nemmeno un'intera confezione di tavor potrebbe stenderlo!!!
Però non sarà in grado di distruggere i sabato sera passati  in riva al mare con gli amici o su di un fantastico terrazzo perfettamente apparecchiato a mangiare gnocchetti al pesto fresco, grazie a B!!! WOW!!!
Ciao Amici miei e  a chi è in partenza buon viaggio, e chi, invece, come me ha ancora un mesetto davanti, in bocca al lupo tanto, ci sarò io a tenervi compagnia !!!

 Ecco Troll e io!!
Ieri però ero io quello grosso e Troll quello piccolo ahahahah a volte devo riprendere la situazione in mano altrimenti soccombo!!!
BACIIIIIIIII!

7.14.2011

PERCHE' QUESTE SONO SODDISFAZIONI



Buongiorno a tutti oggi è una mattina infernale non solo per il caldo ma anche per l'aria pesantissima che c'è qui dentro tra atti che scadono adesso e che non sono pronti e clienti che davanti ad una parcella sbiancano e tra un tremore e l'altro a bassa voce tentano di dire io non me la posso permettere ora e sopratutto un acconto così è da capogiro, lei mi toglie tutto quello che ho in banca, posso darglieli un po' per volta?? Io che nel frattempo sono diventata piccolissima per la vergogna perchè Troll è irremovibile e la mortificazione per il cliente, insomma tra tutto questo Orrore una nota positiva c'è Adriana che mi ha donato questo magnifico premio e di questo la ringrazio Tantissimo una nota di colore in una giornata storta.
Il premio prevede che io premi 15 Blog ma questa volta è difficile e sapete che faccio lo dedico a Tutti Voi che mi seguite in questa, a volte magica, a volte insana avventura, Vi ringrazio di cuore sopratutto perchè mi lasciate dei commenti bellissimi che mi fanno capire ogni giorno che allora qualcosa di buono la so fare!!!!
Allora diciamo 7 cose di Me:
1) Sono una persona logorroica (il mio ragazzo dice che è diventato sordo da un' orecchio per questo motivo)
2) Vedo il bicchiere sempre mezzo pieno, mi faccio abbattere giusto un secondo, poi butto tutto alle spalle
3) Estremamente scordarella (come dicono a Roma)  
4)Amo i gatti, i cani e le mucche
5)Adoro i matrimoni sopratutto in fase di preparazione 
6)Amo il mare credo che sia il mio elemento naturale
7)Adoro avere una sorella gemella.
FINITO MA UFF! che fatica descrivermi !!!
BACIIIIIIII!

7.13.2011

PENSANDO A... MA QUANDO C... VADO IN FERIE!

Buongiorno, oggi 13 luglio manca esattamente un mese alle ferie ed io non so se posso resistere... metteteci che mi faccio anche del male mettendo su google immagini BORA BORA e che cosa esce??? questa meraviglia e non solo anche persone comodamente sedute attorno ad un tavolo che pranzano nell'acqua cristallina..
E poi all'improvviso suona il citofono chiedo CHI E'? e dall'altra parte risponde come tutte le mattine "SIAMO NOOOOI!", e già solo a sentire quel noi mi sale la bile oltre le stelle, ma non solo, mentre mi vede immersa di carte e Chiara incavolata come una biscia perchè deve andare in macchina con il suo capo ( ho paura solo a dirlo, guida come un teppista ubriaco) in C.A, ormai già fuori tempo massimo per fare ogni cosa... mi guarda con lo sguardo accusatorio, tutto sudato da far vomitare e mi dice..."DOTTORE' NON ABBIAMO APERTO IL SALONE!" già questa frase non ha senso, perchè dovrebbe dire non sono state alzate le serrande del salone... che cavolo vuol dire non abbiamo aperto il salone?? e poi che rodimento il plurale maiestatis... dove ca***o era lui quando ancora con le borse a tracolla ha telefonato il suo socio dandoci cose da fare???
Ho alzato lo sguardo dalla fotocopiatrice e gli ho risposto lapidaria  "AVEVAMO DA FARE" ... e che Ca**
Invece di pensare alle cavolate perchè non pensa che ci sono dei pagamenti da fare da Maggio? E voi credete che ce la farò oggi a farglieli fare ???? Help!
E vabbè che ci volete fare sono storie di Troll... fatto lo sfogo passa tutto... e adesso sapete che faccio mi faccio invitare a pranzo da uno di loro, dite che mi accetteranno??

Baciiii

7.12.2011

UNA VECCHIA AMICA

Buon pomeriggio amiciiiii vi é mai capitato di vivere  il vostro tempo consapevoli di farlo ma nello stesso momento avere la sensazione di stare guardando la vita di un'altra persona? Ok la domanda é un po' contorta, me ne rendo conto, ma adesso per quanto mi é possibile cerco di spiegarmi! qualche giorno fa su facebook mi è arrivata una richiesta di amicizia, guardo incuriosita la notifica per scoprire chi poteva essere e all'improvviso chi vedo.. una carissima compagna di scuola che no vedevo da tanto tempo..ehm comincio a fare i calcoli di quanti anni potevano essere mai passati dall'ultima volta che ci siamo parlate e con immenso stupore mi viene un ricordo nitido di noi sui banchi del liceo classico, sistemati in fila indiana, il giorno degli esami di maturità .. 1,2, 10.. che cosa? 14? è impossibile  devo ricontare, rifaccio i conti..,ed anche se non sono mai stata un'aquila in fatto di numeri, stavolta torna e torna tutto! ma come é possibile che siano passati 14 anni dal giorno in cui ho visto per l'ultima volta E.? io ho un ricordo così limpido e vivido di tutto quello che ho fatto subito dopo aver preso il diploma che non posso credere che ormai sono una "ragazza" di 33 anni (ne avevo 19 quando mi sono diplomata, sono di Gennaio) che dal quel giorno  ha fatto così tante cose da esserle sfuggito il tempo dalle mani senza rendersi conto di tutto quello che stava facendo e dove stava andando! questa cosa mi ha fatto riflettere e non poco sopratutto perché  lei, il genio della classe pretesa un anno prima dalla Normale di Pisa, ma rifiutato, per stare un altro po' con noi, ora vive a Roma e fa la giornalista ed ha anche un marito!
Ci stiamo organizzando per un caffè, non vedo l'ora di riabbracciarla e sentire se questa cosa del tempo sia successa solo a me o anche a lei!
E a voi amici miei succede questa cosa? o sono io che non sono riuscita a cogliere tutto quello che mi é successo? io sto dando la colpa all'università che con i suoi ritmi veloci mi ha fatto programmare ogni cosa come se fosse già tardi, ma in realtà  non so quando tutto questo sia avvenuto so solo che un giorno mi sono girata e mi sono ritrovata a chattare con un'amica che credevo di non vedere da pochi anni ed in realtà ne erano passati 14!
baciiii ^_^

7.11.2011

TRE RAGAZZE ED UN ABITO DA SPOSA

Ciao a tutti, questi allo Studio Legale Troll sono giorni molto concitati,arriva luglio e sembra che debbano partire per il fronte e non farvi più ritorno, tirano fuori dalle scrivanie cose polverose tenute a riposare da chissà quanto tempo ed improvvisamente si ricordano che “queste cose” stanno per scadere e allora vai di geroglifici  dal venerdì pomeriggio al lunedì mattina, quando tutto intorno ti sembra un mondo parallelo e tu assisti alla tua vita con un paio di occhiali 3d non capendo se sia realtà o finzione.. e così è da venerdì che mi attanaglia con cose da scrivere facendomi trascurare il mio amato blog ed i miei affezionati lettori, ma questa cosa vorrei raccontarla, mi è venuta in mente venerdì dopo la puntata di wedding planners e a seguire abito da sposa cercasi su reale time .
Due anni fa si è sposata la mia amica, nonché collega, nonché commarella (termine pisticcese per indicare che io le ho fatto da testimone di nozze) Chiara e ci ha volute con lei per comprare l’abito più importante della sua vita!
Dovete sapere che io e mia sorella siamo due entusiaste di natura ma quando si parla di matrimoni (altrui, ovviamente) non stiamo nella pelle (ne sa qualcosa anche segretaria ironica..) e così Chiara invitandoci alla scelta dell’abito ci ha reso le ragazze più felici della terra.
Era un sabato mattina di giugno, in una Roma un po’ uggiosa ci siamo date appuntamento davanti al “Giardino Fiorito delle spose” un atelier piccolo ma di tutto rispetto, arriviamo con un sorriso enorme stampato in faccia e subito veniamo accolte dalla commessa che ci era stata assegnata, saliamo su e ci fanno accomodare su piccole poltroncine di raso, (niente a che vedere con quell’atelier fantastico di Abito da Sposa cercasi, ma comunque molto carino ed essenziale) e intanto chiedono alla sposa che tipo di abito aveva in mente e subito attacco io be semplice magari come questo che c’è qui e Chiara annuiva, la signora mi guarda e dice certo questo è qui perché è arrivato giusto ieri  ci sono tre abiti della nuova collezione.. UHU bello dico io e sa una cosa ci aveva colpito anche quello in vetrina… mi accorgo che la commessa continua a sorridermi e a guardarmi in modo strano, comunque va giù e prende l’abito dal manichino, ritorna e dice ci possiamo accomodare nello stanzino.. entriamo e che vedo una minipasserella di legno con specchio enorme di fronte e tante scarpe WOW splendore… Chiara inizia a provare gli abiti e mugugno 1, mugugno 2, Bello 3, STUPENDO 4, toglilo subito 5… Arriva il momento della scelta 3 o 4???
La mamma di Chiara, Chiara e mia sorella 4 io invece insistevo perché Chiara provasse nuovamente il 3 e la commessa allora  è sbotta con.. “Signorina ma per caso vorrebbe provarlo lei???” E io ROSSA fuoco in viso ehm No (a dire il vero avrei voluto dire si PUO’?????) e… che… ecco… mi piaceva anche con l’altro… Chiara lo prova ma in realtà le stava decisamente meglio il 4 e, come se lo rinfila, LACRIME a Fiumi…avevano ragione loro l’abito giusto fa venire la pelle d’oca!!!

P.S. La domanda che però ora vi faccio ma voi la vorreste un’amica come me per comprare l’abito da sposa????



7.07.2011

ACCIAIO



Buongiorno, a tutti, oggi mi addentro in un campo non mio, vi parlerò di un libro, lungi da me fare una vera e propria recensione, perché non ne sarei capace, per questo c’è Chiaretta, come la gran parte di voi già sa bene.
Comunque quest’inverno sono andata a trovare mia cugina a Milano e, dato che lei è nel campo dell’editoria, possiede un milione di libri, che legge sia per passione, che per lavoro, e poichè non sa più dove metterli, mi ha portato nel suo ufficio per fare incetta del suo tesero.
Ero felicissima, appena entrata nel suo ufficio credevo di svenire era bellissimo, suo marito, che secondo me è un genio, le ha realizzato l’ufficio dei miei sogni, tavolo di cristallo a forma di onda, contornato di sedie colorate e per terra tutte pietre da giardino sistemate a spirale tra una striscia di legno chiara e l’altra (non è parquet, ma materiale di riciclo che ha preso in alcuni cantieri), intorno pareti bianche con tante mensole contenenti migliaia di libri,vi giuro no sapevo dove guardare.
Mi cugina mi guarda e dice Marianna tutto bene?? Io annuendo prendo una busta e inizio a prendere libri su libri, finchè arrivo ad Acciaio lo prendo in mano e già la copertina non mi attirava, ma dato che avevo letto che era stato addirittura proposto per il premio strega chiedo a mia cugina come è??? Secondo te vale la pena leggerlo? Ovviamente lei per il mestiere che fa non si sbilancia mai in commenti del tipo MI FA SCHIFO o E’ MERAVIGLIOSO, e così mi  dice solo “be sai Mary ( con quel suo accento milanese che io adoro) tutti i libri valgono la pena di essere letti, poi sta a noi decidere la posizione che avranno nel nostro cuore, se ti incuriosisce leggilo e poi mi farai sapere”.
Prendo questo libro e comincio a leggerlo la sera stessa...., eeee...., orrore già dalle prime battute non mi piaceva, ma io odio non finire un libro e così ho continuato, ma vi assicuro che è stato per me un enorme sacrificio.
Acciaio è un libro che da una parte ci descrive il lavoro duro degli operai della Lucchini, (una fabbrica che lavora l’acciaio a Piombino) e dall’altra la vita altrettanto dura di chi vive in via Stalingrado, la via delle casermone popolari che sono state assegnate agli operai della Lucchini, che sognano un giorno di prendere un traghetto ed arrivare nell’Isola D’Elba situata proprio di fronte al loro, a dividerli c’è solo il mare.
Tutto il libro gira introno a queste due ragazzine di 14 anni che vivono l’ultima estate da adolescenti, consapevoli che alla fine dei tre mesi estivi si separeranno perché hanno fatto scelte scolastiche diverse, (dato che una è bravissima a scuola e l’altra invece per niente) e per questo si danno un gran da fare per divertirsi e farsi notare dai ragazzi più grandi giocando con la loro sessualità e i loro corpi ancora acerbi ma già ben formati.
Per tutta la lettura ho avvertito un senso di angoscia che cresceva ogni volta che veniva introdotto un nuovo personaggio, che va dal padre di una delle due, un mostro credetemi ,fino al fratello dell’altra ,il solito bullo di periferia con la golf, la radio a palla, gli amici i night club, i furti di rame e la droga. 
Non mi spingo oltre con il racconto perché davvero farei un pessimo lavoro non credo di essere capace di recensire un libro, ve lo racconterei tutto e non ci sarebbe più gusto.
Ma in tutta onestà io non ne consiglierei la lettura perché lascia l’amaro in bocca, e, almeno a me ha lasciato un messaggio orrendo di non speranza.
E come se la scrittrice dicesse se sei nata povera e disgraziata, povera e disgraziata finirai e per me questo non è assolutamente vero!
Baci :D

7.06.2011

LA FORTUNA AIUTA GLI AUDACI

Ben detto io sono audace di mio ma la fortuna mi da sempre un calcio nel deretano... vi racconto...
Dato che sono ancora residente al mio paese natio ( e non intendo cambiarla) ogni anno mi tocca fare la tiritera del medico andare all'ASL sceglierne uno e sperare che Dio me la mandi buona..
Quest'anno verso maggio ci sono andata e con immensa sorpresa ho visto che ce n'era uno proprio nel cortile del mio palazzo e allora ho pensato che immensa botta di C... finalmente un dottore vicino.. 
Ma in realtà il suo studio è alla fine di Ostia e, nello studio vicino casa, ci viene una sola volta alla settimana  dalle 16 alle 18.30!
Vabbè non mi perdo d'animo chiamo la sua segretaria (segretaria ironica non l'ho assillata giuro) e mi faccio spiegare cosa devo fare, lei 
mi dice di andare questa mattina allo studio medico centrale per la registrazione e subito dopo posso chiedere le ricette delle medicine di cui avevo bisogno.
Allora chiedo un permesso a Troll, cosa non facile da ottenere perchè ogni giorno è quello sbagliato, (ma questa volta gli ho detto " io mercoledì vado dal medico appena finisco arrivo!! così sono riuscita a rubargli un SI) e vado dall'altra parte di Ostia sotto un sole cocente a 32 gradi, arrivo e che vedo??? INCREDIBILE i numeretti come al supermercato... Ovviamente un vecchio arrivato dopo di me voleva fare il furbo mettendosi d'accordo con un'altra vecchia dicendo che il numeratore non scorreva perchè lui aveva il 91 e li segnava 80 @_@ inca***tissima gli ho detto Guardi che funziona ed io vengo prima di lei!!! si è seduto senza proferire parola... E Béééé!!! 
Arriva il mio turno scatto in piedi vado dalla segretaria piena di  buoni propositi, lei mi registra e poi guardandomi mi dice "Cos'altro deve fare???" io be vorrei  delle ricette, le medicine sono... e lei aaaaaaaa signora... "queste medicine hanno una nota non posso farle la ricetta la deve prima visitare il medico..."Ok va bene aspetto, " E No signorina oggi non viene, venga domani e così fa tutto!" CHE COSA?????? Ma io non posso domani, ho preso un giorno apposta per questo perchè lei mi aveva garantito.... e lei "E guardi che nemmeno io sono la vera segretaria del medico, sono la sua sostituta...(ANNAMO BENE @_@) vada in farmacia e acquisti queste medicine..." le ho risposto sicuramente saprà che non posso acquistarle per via della nota, sono 30 anni che le prendo e so come funziona!!!!
In pratica sono rimasta senza medicine e chissà quando Troll mi ridarà il permesso!!!
Vabbè solidarietà a tutti visto che è estate e poi io ADORO segretaria ironica :D, Però vi giuro che è stata dura non risponderle come avrei voluto
BACI

7.05.2011

COSI' IMPARO AD ESSERE UNA GOLOSONA

Ieri, era il compleanno di uno dei collaboratori ed ha portato dolce e spumante.
Fino a qui niente di sconvolgente direte voi, ed invece No vi dico io, perchè trattandosi di Troll niente è normale, infatti Lui pretende che i compleanni vengano festeggiati ( io, Chiara ed un'altra avvocatessa, che non ha niente a che fare con gli inetti di qui dentro, li teniamo saggiamente nascosti), secondo le sue modalità e secondo i suoi gusti, ovviamente!
Dato che questo ragazzo è un pò lacchè, per essere fine, si è preso la briga di andare in una delle pasticcerie più in voga di Roma, per comprare un dolce e delle bottiglie di spumante italiano, che ovviamente non sono state gradite dai capi perchè il loro palato ingurgita solo champagne francese, credetemi la marca che Loro millantano come pregiata è la più scadente in Francia, vabbè comunque, ci invita a questo compleanno dicendo che avrebbe tagliato sta famosa torta alle 16.30, ma alle 16.00 viene in segreteria dicendoci che i festeggiamenti erano stati posticipati alle 18.30 perchè la figlia di Troll non era disponibile prima.
Alle 19.00 ancora non si vedeva l'ombra di un festeggiamento così io ho preso le mie cose e me ne sono andata, contenta di non aver partecipato a queste noiosissime "feste" in cui si parla sempre e solo di lavoro, arrivo a casa e verso le 20.00 chiamo Chiara chiedendole com'era la torta ma lei mi dice che era appena andata via quando hanno iniziato i festeggiamenti e quindi nemmeno lei aveva assaggiato niente.
Questa mattina mentre ero intenta a fare le fatture  avvertivo quel famoso languorino e, dato che il ragazzo aveva detto a Chiara che avrebbe lasciato un pezzo di torta nel frigo, mio sono detta perchè NO apro la scatola e scorgo quello che all’apparenza sembrava turamisù, ne prendo una fetta e già mi sembrava strano, troppa panna per i miei gusti, ma mi sono detta vabbè la scarto mangierò solo la parte di sotto, mi accomodo in segreteria munita di tovagliolo e cucchiaino mi metto il primo pezzetto in bocca eeee O MY GOOD quasi vomito, Chiara pensava mi fosse venuta una paresi facciale, tanto ho storto la bocca per lo schifo..
Non solo era pieno di panna, ma la parte di sotto che avrebbero dovuto essere fatta di biscotti, in realtà era di pandispagna bagnato con un liquore amarissimo e forte che SCHIFO, con una grazia da fata ho sputato il pezzo nel tovagliolo e ho cestinato il resto!!!
La cosa divertente e che mentre il mio viso si contorceva per lo schifo ne offrivo un pezzo a Chiara per farle sentire lo schifo e lei tra le risate mi diceva "NO GRAZIE TI AVEVO DETTO DI NON MANGIARLA!"
ma io sono troppo golosa non ho saputo resistere ECCO!!! ma poi pensavo fosse come quello che fa il mio ragazzo o la mamma di Chiara, che ne sapevo io che era un mostro travestito da Tiramisù?
Vabbè me lo merito troppa golosità fa male, e pensare che io amo solo i prodotti fatti in casa e quelli da forno @_@!!!!
Ahimè chissà se supererò lo choc ahahah !!!
BACIII
 



7.04.2011

QUANDO IL CAOS REGNA SOVRANO


È lunedì e già mi rode lo sapete tutti ormai e, so anche io di avere numerosi proseliti, perciò no ci dilunghiamo sulla cosa.. ok!!
Ma io dico il lunedì, dopo che hai passato una splendida domenica al mare, ascoltando musica jazz che via via si è trasformata in musica da cocktail bar e dopo una meravigliosa passeggiata in una Ostia completamente rinnovata, fatta di gente sorridente, abbronzata e rilassata, arrivo qui alle 8.45 e chi trovo TROLL, (ovvio, mi direte voi è il suo Studio) già con un diavolo per “capello” che mi chiede la pratica del suo condominio, perché ovviamente deve continuare a baccagliare per avere quei due spiccioli che secondo lui gli spetterebbero, dato che ha vinto la causa l’anno scorso e non ha ancora visto il becco di un quattrino perché i condomini  gli stanno facendo ostruzionismo dato che non lo possono soffrire e sperano tanto che abbandoni lo stabile quanto prima, gli do la pratica ed inizia a scartabellare ed ovviamente non riesce a trovare niente ed inizia DOOOOttoressa mi cerca quella carta, mi cerca la mail, mi cerca il fax ecc…. inizia ma mi da una penna e una pecetta (a seconda delle situazioni,può essere un’etichetta o un post-it..) e mi chiama tizio e mi chiama caio, tutto questo mentre era comodamente seduto alla scrivania di Chiara, che nel frattempo cercava di risolvere i problemi del suo capo…, e mentre squillava il telefono ed il citofono contemporaneamente.
Per fortuna dopo un’ora Chiara è rientrata e lui si è chiuso nelle sue segrete, ma ovviamente non si è fermato e dato che al posto del cervello ha Manhattan all’ora di punta ha iniziato a farmi 1000 richieste tutte insieme, ma in realtà no aveva voglia di farne nemmeno una e allora io gli ho proposto di fare alcuni pagamenti che sono pendenti dal mese di maggio e lui, da magnanimo qual è mi dice “Subito vado ad accendere la macchina (in linguaggio trollese sarebbe il pc) e facciamo tutto, ovviamente sono le 11.09 ed ancora non ha acceso niente, ma si è affacciato chiedendo a che punto ero con le cose da fare… MA SECONDO VOI A COSA SI RIFERIVA??? Io non ci sto capendo niente, so solo che se ora no mangio un biscotto cado giù come una pera, matura…
Ovviamente è tornato e mentre facevo una fattura mi ha fatto interrompere per cercare un tavolino 50x50 che ovviamente è introvabile grrrrr HELPPPP!!!

È LUNEDI’ ABBIATE PIETA’!!