6.07.2011

QUELLA ESPERIENZA IN AZIENDA

 Ciao a tutti ragazzi dovete sapere che nei miei mille lavori svolti ho lavorato per un breve periodo in una multinazionale e fin qui niente di male direte voi, già a parte che ero al numero verde a risolvere una crisis management niente di grave solo 300 telefonate al giorno….
Comunque in questo breve periodo mi sono ritrovata a lavorare con persone molto cordiali soprattutto alcuni direttori che non se la tiravano per niente e mi portavano caffè, the, biscottini, ma soprattutto mi avevano messo in guardia da una loro collega che chiameremo 2 Novembre.
Una signora che già a vederla metteva i brividi, altezza 1.52 cm, magra come un chiodo, capelli rosso fuoco tagliati come un nido di rondine, occhiali da miope spessissimi, l’occhio sembrava un chicco di caffè, napoletana con accento forzatamente toscano (non chiedetemi il perché) e per finire un’acidità e un pessimismo da record.
In quei pochi momenti in cui riuscivo a sganciarmi da quel dannato telefono, con passo felpato cercavo di andare nella sala relax per rifocillarmi con un caffè e dei biscottini, ma lei UDITO DA FAINA (per la legge della compensazione se non vedi senti meglio degli altri) mi sentiva e subito mi chiamava Maaaaaaaaaarianna dove vai??? Io che ancora non avevo tanta confidenza con il luogo, rispondevo timidamente, “la capa” ufficio mi ha dato 10 minuti di pausa, a bhè pensavo battessi la fiacca, ma se è così vengo anche io in sala relax… Ehmmm ok
Arriviamo in sala relax ed improvvisamente cala il gelo tutti mi guardano con pietà e chi con una scusa chi con un’altra battono in ritirata lasciandomi sola con 2 novembre.
Metto la chiavetta nella macchina del caffè e subito inizia con il repertorio, “eeeee tutti indaffarati, tutti a correre, beati loro, se avessero i mie problemi”, io ovviamente facevo la vaga e mi limitavo ad annuire, (perché mi avevano avvertita di non dire mai come va e mai chiedere il perché delle cose) ma all'improvviso entra un direttore che soprappensiero dice: "ciao Marianna, ciao 2 novembre come va" …. Si accorge della gaffe e scuro in volto si prepara alla risposta, per niente stringata..
“ E come vuoi che vada, male anzi malissimo, mia madre è sempre lì come un vegetale sulla sedia a rotelle (intanto simulava la madre malata) con la bava alla bocca, mio marito il solito nullafacente pieno di attacchi con il diabete alto e poi sai vero che …. NON GLI SI RIZZA PIU’…” si ragazzi avete capito bene ha detto proprio queste parole io ed il direttore ci siamo guardati in faccia e per un pelo non siamo scoppiati a ridere, lui più imbarazzato di me, mi guarda e mi fa “ Ah Marianna, se vieni un minuto da me ti do delle cose da portare alla tua “capa” ufficio” io immediatamente ho colto l’antifona e ho detto “ vengo subito” e l’abbiamo lasciata sola con i suoi guai.
Non vi dico le risate, che ci siamo fatti in seguito al quell’episodio.
P.S. mi giungono notizie in merito al 2 novembre, come sfondo sul desktop ha la foto della bara di papa Giovanni Paolo II.
O my god !

7 commenti:

  1. è andata in pensione per fortuna.... questa non te la ricordi forse : ciao 2 novembre come va? e lei tiriamo avanti sbam!

    RispondiElimina
  2. Ahahahahhah ommioddio!!! I cornetti te li dovevi appendere al collo altroché!!!!

    RispondiElimina
  3. @ Emy ahahah DIO è vero ahahahah per fortuna non c'è più ahahahh :)
    @ Chiara davvero avrei dovuto farmi il bagno nei cornetti ;)

    RispondiElimina
  4. Tutta vita sta donnina! :D Ma appena un vago sospetto che la gente la evitasse...? No..?
    A me viene in mente solo: povero marito.
    Muahah. :D
    Bacione!

    RispondiElimina
  5. oh mamma mia!!!!!! sembrano le stramberie di camera caffè :-)))) baci

    RispondiElimina
  6. Ciao...sai ora che fa? ma tutte te!!!

    RispondiElimina
  7. @ Pri infatti anche io l'ho sempre pensato poveraccio!

    @ Ely la macchinetta del caffè è quella, solo che nell'azienda in cui lavoravo io c'era proprio una saletta con tanto di tavolino e sedie, un piccolo frigo un lavandino e un forno a microonde ;)!

    @ Sulsecondobinario sapessi quante altre cose ho da raccontare ahahahha forse il blog avrei dovuto intitolarlo A me che capita tutto! aahahahh! mi dicevano dalla regia che ora è in pensione... pensa te @_@ si salvi chi può!

    RispondiElimina