6.21.2011

LA VITA DI UN’ASSISTENTE AMMINISTRATIVA

La  vita di noi “assistenti amministrative” (segretarie) vista da più punti di vista può avere molteplici aspetti.
Tua nonna: ha uno scarto generazionale di almeno 50 anni rispetto a te e, perciò, ha la visione della segretaria anni 50 (come vi parlavo in questo post) una posizione di assoluto prestigio, per cui è orgogliosa di dire in giro che la nipote fa la segretaria in uno Studio prestigioso della capitale, addirittura le brillano gli occhi per la felicità.
I tuoi genitori:  sono più grandi di te di 20/25 anni, (all’epoca si sposavano giovani) sono contenti che tu finalmente ti sia sistemata e che tu abbia un contratto e degli stipendi fissi ogni mese, sono dispiaciuti perché con una laurea in tasca non hai trovato di meglio ma almeno gongolano per la futura pensione.
I tuoi amici:  sono contenti per te, ma anche un po’ ti invidiano perché hai trovato un posto fisso ed un stabilità economica e proprio non capiscono perché , invece, tu lo voglia lasciare (peccato che una volta ad una mia amica scassa balls le ho detto perché non vieni Tu al posto mio e lei mi rispose “ SEI MATTA IO FINO ALLE 19.00 IN UN UFFICIO MI VUOI MORTA?”, allora cazz.. piangi che non trovi lavoro..MUA!!).
I collaboratori dello studio: questi sono quelli che ti odiano perché dicono che sei acida e che non sei disponibile alle loro richieste e che ogni volta ti giri come se fossi seduta sui soldi e non capisci le loro esigenze.
E poi ci siamo noi: Se permettete anche io vorrei dire la mia soprattutto sull’ultima categoria.
Io, assistente amministrativa, sono stata scelta dopo un colloquio di un’ora e mezza, in cui, invece di parlare di me, ho dovuto ascoltare tutte le meravigliose cose che era in grado di fare lo Studio e di come sua figlia aveva preso due lauree (in realtà il 3+2) in giurisprudenza alla Luiss e di come fosse brava e preparata su tutte le lingue, che, parlava splendidamente con accento giusto ed impostazione timbrica ottima e bla bla bla, e che ero stata presa solo per fare da segretaria personale di Boss e che solo all’occorrenza, se avessi potuto avrei dato una mano ai collaboratori.
I Collaboratori, (miei coetanei o addirittura più piccoli di me, invece si sentono dio in terra, solo perché prima di dottore possono scrivere avvocato,) sono davvero inetti, e maleducati ed a volte resto sconcertata da quanto siano fuori di testa, pretendono da noi cose assurde come per esempio preparargli il caffè o mettere il toner nella loro stampante perché non sono capaci.. ,(se lallero nell’epoca di internet e i pad, loro non sono capaci…).
Oppure, una fresca, fresca di questa settimana, venerdì è arrivato il carico della carta per le stampanti e, dato che né io né Chiara avevamo voglia di mettere a posto l’abbiamo lasciata davanti agli armadi, e loro sapete che facevano? davano un calcio agli scatoloni piuttosto che piegarsi e spostarla, imprecando contro di noi che non avevamo fatto il nostro lavoro!
Questa mattina abbiamo sistemato la carta sugli armadi e abbiamo lasciato gli scatoloni vuoti davanti all’armadio in attesa di essere buttati, e loro??? Aridajè con i calci perché gli erano di impiccio e invece di spostarli si arrabattavano come potevano per prendere dei fascicoli nelle pratiche @_@ SONO SIGNORI LORO!
MA VAFF..

Io parto da questo principio se sei gentile otterrai gentilezza, se sei cafone otterrai solo cafonaggine..
smack

10 commenti:

  1. purtroppo per alcune persone sei il ruolo che rivesti! a beata ignoranza!

    RispondiElimina
  2. LASCIAMO STARE! ihihih purtroppo non c'è rispetto, solo umiliazioni perché davvero, loro si credono dei SIGNORI!!!!! SIGNORI DE STO.... MMMMM non farmi essere volgare va'!!!!! >.<

    RispondiElimina
  3. Infatti va proprio perchè siamo Signore cava ahahahah ;)

    RispondiElimina
  4. ben detto cara!!! i cretini vanno trattati come ti trattano!!!!buona serata...

    RispondiElimina
  5. qualche volta, sarebbe il caso di far finta che siano degli scatoloni e prenderli a calci dicendo OPS NON TI AVEVO VISTO! la gente che si sente un c*** e 1/2 non ne vale nemmeno un quarto!
    M.

    RispondiElimina
  6. odio chi si sente superiore ad altri solamente per un titolo accademico.. non sanno che l'intelligenza non si misura sugli anni trascorsi sui libri, piuttosto che grazie ad un pezzo di carta con su scritto dottore!!! mah!!

    RispondiElimina
  7. @sulsecondobinario EVVIVA la legge del taglione ;D;

    @M Non sai quante volte mi viene la voglia di farlo per fortuna c'è Chiara che calma i miei bollenti spiriti!

    @La fenice qui dentro nessuno lo sa, ad iniziare da troll per finire all'ultima formica che frequenta questo inferno!

    RispondiElimina
  8. Rrrrrrrrrr, mamma che rabbia mi fa certa gente. >:( Cazzo vogliono, se sprecassero metà delle energie che usano per calciare ed imprecare (contemporaneamente? No perché se fanno entrambe le cose insieme siamo davanti ad esseri evoluti, 'azzo! :D )a spostare gli scatoloni dove andrebbero, probabilmente risparmierebbero anche tempo.
    Ma vedi un po'... :O

    RispondiElimina
  9. Lo sai che mi rispose un insetto una volta il 25% del tuo stipendio te lo pago io @_@! Gli ho risposto solo per averti fatto una raccomandata te lo sei bruciato Brutto Fallito!

    RispondiElimina