6.30.2011

SE SCAPPI TI SPOSO

 Per restare in tema di Gossip, come hanno fatto le mie amiche ladybug e secondobinario, questa mattina alle 6.00 accendo la TV ed inizia il TG1 e che sento??? La futura principessa di Montecarlo viene riacciuffata in aeroporto dalle guardie reali mentre scappava dal principe dopo una lite furiosa, sembra che Lei sia venuta a conoscenza, che Lui , abbia più di un figlio non  riconosciuto in giro per il mondo!
ROBA DA FAR RABBRIVIDIRE LA MIA FETTA BISCOTTATA CON MARMELLATA DI CILIEGE, ERA SENZA PAROLE!
A parte che mi chiedo ma alle 6.00 di mattina a chi interessa della principessa che scappa dal principe di Monaco? non sanno più che inventarsi per distrarci dalla futura manovra finanziaria.. ma comunque dove la  novità? Lui avrebbe più figli sparsi per il MONDO??? E non li ha mai riconosciuti???
Ma se anche Maradona ai tempi d'oro del Napoli ha fatto strage di cuori e di ovuli, avrà una cosa come una ventina di Diego Armando sparsi per la città, non volete che anche il principe di Monaco oltre i due riconosciuti non  è abbia altrettanti? 
Adesso, vogliono farci credere che lei, mentre passeggiava sulla promenade di Montecarlo, ha incrociato lo sguardo di lui, e si sono perdutamente innamorati? Secondo me ha chiamato commercialisti, notai, investigatori privati per sapere quale sarà la fetta di patrimonio in tutta questa faccenda altro che storie...
Sicuramente sarà stata una bufala giornalistica per creare un po' di fervore intorno a questo matrimonio che no sta avendo lo stesso successo di quello di Will e Kate, tanto per farci accanire davanti alla TV  in attesa di  vedere se la futura principessa arriverà all'altare con il suo splendido  vestito di Armani e dirà di si al non più giovane principe di Monaco... Che poi diciamoci la verità voi scappereste da un vestito Armani e da un principe???
Io sinceramente me ne andrò al mare guarderò tutto in differita ai telegiornali, giusto per vedere l'abito di Re Giorgio :D!
Baci ragazze e ragazzi!!!
E GLI SPOSI!!!!!!!

6.29.2011

I COLLABORATORI SECONDA PARTE

Sono nati per rompere le p*****e lasciatemelo dire, ieri stavo per spaccare tutto si è accesso un vulcano di brutalità in me che mi ha riportato all’istinto primordiale di donna delle caverne… fortuna che ho saputo contare fino a 1000!
Ore 13 metto la tovaglietta di plastica davanti alla tastiera, tovagliolo, gallette di riso e mentre mi accingo ad andare in cucina per andare a scaldare il pranzo che mi ero portata, arriva la prima “aaaaa sei già pronta per mangiare, vabbè quando poi esci per il caffè mi metto al tuo pc che devo stampare delle cose”, già mi era salita la bile, ma mi sono controllata, visto che ho messo la password così nessuno tocca più niente.
Ritorno dalla cucina mi siedo, prendo forchetta e coltello e appena vado per tagliare il primo pezzo di carne, arriva la seconda.. questa è una che farebbe saltare i nervi al padreterno in persona, credetemi, quella rara volta che viene fa sparire penne, matite, sbatte i cassetti, lascia gli armadi aperti ed è una grandissima maleducata, abituata ad avere la filippina che le fa le faccende domestiche in casa e la filippina che le guarda i bambini, vabbè per ritornare a noi, viene in segreteria si mette alle mie spalle e dice “ Marianna, la fotocopiatrice di la è rotta???” io non volevo rispondere ma per togliermela dai piedi le rispondo di si, sperando capisse che non era ora.. ma lei imperterrita “Ma io devo stampare delle cose e ho bisogno della carta intestata e qui non c’è”, prima che io mi muovessi Chiara, che aveva visto la mia faccia, ha preso due fogli che le avanzavano nella sua scrivania e le dice “Prendi questi!!!” (sottointendendo e vattene a f***) ignorandola, continuo a mangiare ma nello stomaco mi sentivo un rospo, all’improvviso si mette alle mie spalle prende il mouse e comincia a muoverlo.. non ci ho visto più e le ho detto ma adesso che intendi fare? E lei “stampare quella cosa no!” Le ho rivolto lo sguardo più truce della Terra e le ho detto tu di la hai una fotocopiatrice multifunzione identica alla mia vai di la, per dire sta frase senza l’utilizzo del turpiloquio credo di aver respirato talmente in fondo che sono arrivata alla punta dei piedi!
Rientro dalla pausa pranzo e che fa???? Si mette accanto a me per fare cosa??? FOTOCOPIE @_@ mi arrendo butto la spugna, non credo di farcela davvero, o sono io che non mi spiego o sono loro che sono dementi!
P.S. AUGURI A TUTTI I PIETRO!
Smack 

6.28.2011

RIFLESSIONI DI UN MARTEDI' PRIMA DELLA FESTA

E bene si, ho iniziato ieri questa settimana pensando solo a mercoledì 29 giugno festa patronale qui a Roma, perciò CHIUSURA ufficio ahahaha, ovviamente non possiamo fare alcun ponte, ma già solo il pensiero di lavorare 4 giorni invece di 5 mi allieta la giornata.
Questa mattina, però, mi sono ritrovata su un treno vuoto e su due metropolitane ancora più deserte.. e ho pensato fortuna che tutti si lamentano che non ci sono i soldi per fare le vacanze.. ma come mai ogni santissimo ponte qui a Roma non c'è nessuno?
Non mi lamento per carità anzi camminare in una Roma semi deserta è quello che mi piace di più al mondo, infatti se proprio volessi trovare un lato positivo del lavorare fino ad Agosto inoltrato è proprio questo, godersi questa immensa città in completa solitudine o quasi. Uscire dal lavoro,prendere un autobus ( non più la metropolitana) e trovarsi in meno di mezz'ora alla stazione per prendere il treno, farsi tutto il lungotevere senza traffico e senza nervosismo e godersi la vista dei locali coloratissimi che aprono per l'estate non ha prezzo (come dice una famosa pubblicità) e poi volete mettere la tranquillità di un ufficio deserto e sopratutto senza TROLL, non è poco ve lo assicuro ;)!
Unica nota negativa di questa Roma silenziosa è che il pensiero corre immediatamente alle FERIE, ma sono tanto lontane ancora I_I.
Bene io vi auguro buona giornata e ci vediamo con tutti Giovedì Baciiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiii ;D

6.27.2011

ANSIA DA CHIUSURA



Io odio questo, lavoro e questo lo sapete già ampiamente, ma quando arriva la fine di giugno è un delirio assurdo,i clienti diventano matti, dato che non vedono l’ora di andare in vacanza, chiamano e richiamano 1000 volte ripetendo di continuo la stessa cosa “ma sa ormai è quasi luglio e io voglio partire tranquilla, vorrei sapere se è tutto a posto, se avete depositato e se c’è ancora qualcosa da fare, no sa perché poi no vorrei dover ritornare dalle vacanze, perché l’avvocato si è dimenticato di farmi firmare delle carte o che ne so altre cose importanti….”
E tu dall’altra parte del filo le dici signora l’avvocato al momento non c’è “Ah!!come non c’è e dov’è”, in udienza “ma come alle 10 è ancora in udienza ho chiamato alle 9 e la sua collega mi ha detto di richiamare alle 10”, e io “NO signora le ho risposto IO e le ho detto che appena rientrava la facevo richiamare… sicura??? A me non sembra la stessa voce!!!” (cioè mettono in dubbio che sia io !!!) si signora sono sicurissima, Lei è la signora XYZ? “Si esattamente sono io” e allora??? Che le avevo detto? “E sa me deve scusà e che io sono in partenza e non vorrei…” Signora me l’ha detto non posso farci niente non so quando arriva ma le assicuro che la farò richiamare, “ e si ma poi loro non richiamano mai e io capisce devo..” Signora se le chiama ogni giorno (sfido che non la richiamano)…. Fa un po’ fatica a stare dietro a tutte le sue richieste, ci sono anche altri clienti, abbia fiducia se ci fossero delle novità importanti si faranno sentire!
Per non parlare poi delle “signore” che chiamano per i motivi di cui sopra e poi dato che non ricevono risposta dall’avvocato, assente giustificato perché in udienza, ti fanno richiamare dalla madre che inveisce contro di te dicendo “ io non penso che lei, signorina, passi le chiamate all’avvocato, perché non è possibile che mia figlia stia chiamando da una settimana e l’avvocato no le risponde!” CHééééééééé cosa???????????? Signora  sua figlia ci ha parlato ieri con l’avvocato,oggi non è ancora arrivato ma lascio comunque la chiamata..” ( le avrei voluto dire brutta stronza che vuoi da me se hai una figlia ritardata che al primo ostacolo lancia sua madre come giavellotto di salvezza??) …
E che caXXo , permettetemi il francesismo, non solo rompono i maroni alle 8.59 ma poi metti in dubbio anche le mie parole??? E NO EH!

6.23.2011

LO STIPENDIO

Ragazzi ditemi che non sono l'unica sfigata sulla faccia della terra che non riesce ad ottenere un bonifico dal proprio capo, e che ogni volta che arriva la busta paga lo deve inseguire tre/quattro giorni per farsi fare l'assegno!
Ieri è arrivata la 14esima (una miseria ovviamente) ma è pur sempre una manna dal celo e che fa, me la gira per e-mail e fa finta di niente, poi arriva un cliente e la tira fino a dopo il mio orario di lavoro.
Questa mattina ho preso il foglio è lo messo in bella vista sulla mia scrivania, per quanto io sia sfacciata non sono capace di chiedergli i soldi mi da fastidio sento quasi come se chiedessi l'elemosina, ha preso tutte le carte che doveva vedere e la mia quattordicesima l'ha lasciata dov'era,allora io l'ho spinta in avanti con il dito e lui con aria innocente mi dice "Dottoressa se devo farle l'assegno per questa cosa venga di la che glielo faccio" allora io mi alzo e vado nella sua stanza mi guarda e mi dice " che c'è?" "ho portato la quattordicesima" " a si l'assegno lasci pure qui glielo faccio subito"!
Sono appena rientrata dalla pausa pranzo e nella sua stanza non c'è nessuno, ha chiuso tutto, quindi vuol dire che non torna! DIO CHE NERVI PERCHE' SONO COSI' CRETINA CON I MIEI SOLDI? PERCHE' NON SONO CAPACE DI ANDARE LI E DIRE DAMMI QUELLO CHE MI SPETTA BRUTTO INETTO CHE NO SEI ALTRO?
GRRRRRRRRRRR

6.22.2011

VOCE DEL VERBO SCARPA!

Buongiorno a tutti, ieri mentre tornavo a casa facevo una riflessione su me stessa ed ho capito che sono una drogata di scarpe.
Ebbene si ho la Beckite o la  Carrie Bradshaw  mania di scarpe soprattutto estive.
Ieri mentre camminavo mi sono resa conto di come guardo ossessivamente un negozio di scarpe o anche semplicemente le scarpe della passante di turno.
È incredibile e per quante scarpe io abbia mi manca sempre un modello specifico, un colore, o un tacco!
Sapete qual’ è la prima cosa che penso quando devo uscire?? Mhmhm che scarpe potrei indossare? Non mi importa tanto del vestito quanto della scarpa è il mio primo pensiero.
L’anno scorso si è sposata una delle mie  migliori amiche e mentre ero in giro per via Cola di Rienzo per capire cosa potessi indossare, mi sono  imbattuta in un outlet di scarpe, non ci potevo credere erano li, nuove e bellissime, tacco 12, plateau nascosto, open toe, tutte di raso color cipria con una magnifica rosellina di lato…*_* mi brillavano gli occhi, ma ho detto alla mia amica, no andiamocene, non è ho bisogno, ho comprato un paio di scarpe nuove sabato, indosserò quelle al matrimonio.. LLL
Con la spada nel cuore mi sono allontanata dal negozio e sono tornata al lavoro pensando sempre a come potevano essere belle al piede, già mi vedevo con un tubino nero, e quelle scarpe ai piedi sfavillanti (ve l’ho detto sono Becky in persona).
Vado a casa e racconto tutto a mia sorella, e lei inorridita “ Perché no le hai prese accidenti possono sempre servire” (è peggio di me, dopo tutto siamo gemelle J) … Vado a dormire cercando di non pensare a quelle scarpe meravigliose e.. la notte sogno di essere entrata in negozio e di aver comprato le scarpe che mi stavano meravigliosamente e mi facevano la gamba affusolata.. (ok sono alta 1.62 cm, ma nei miei sogni sono Bar Rafaeli J) la mattina seguente mi sono alzata e ho detto Basta le compro per mia sorella tanto lei deve fare da testimone chi meglio di lei ha il diritto di indossare quella meraviglia?!
Arrivo al lavoro e racconto tutto a Chiara, le fra lo sbigottito e il compassionevole, per ciò che le avevo raccontato, mi dice “Ok ti accompagno a comprarle”!
All’una e trenta in punto entriamo in negozio e chiedo il 38 la commessa mi guarda e dice, “Signorina non so se c’è ancora vado in magazzino a controllare CHéééééé Panicoooo!”
Dopo 10 secondi che a me sono sembrate ore, ritorna con la scatola in mando dicendo “è stata fortunata eccola”, con occhi sognanti prendo la scarpa e la indosso *_* ,una signora che stava provando un altro paio di scarpe seduta di fronte a me dice “Signorina sono bellissime le stanno davvero bene”, e anche Chiara dice “ Marianna sono un amore brava!!” ho mandato un mms a mia sorella per farle vedere le sue scarpe da testimone di nozze, emh piccolo dettaglio l’abito non l’aveva ancora acquistato J..! Ma questo ve lo racconterò la prossima puntata smack!
ECCO A VOI LA SCARPA LA FOTO L'HO FATTA SULLA STAMPANTE IN UFFICIO AHAHA 

6.21.2011

LA VITA DI UN’ASSISTENTE AMMINISTRATIVA

La  vita di noi “assistenti amministrative” (segretarie) vista da più punti di vista può avere molteplici aspetti.
Tua nonna: ha uno scarto generazionale di almeno 50 anni rispetto a te e, perciò, ha la visione della segretaria anni 50 (come vi parlavo in questo post) una posizione di assoluto prestigio, per cui è orgogliosa di dire in giro che la nipote fa la segretaria in uno Studio prestigioso della capitale, addirittura le brillano gli occhi per la felicità.
I tuoi genitori:  sono più grandi di te di 20/25 anni, (all’epoca si sposavano giovani) sono contenti che tu finalmente ti sia sistemata e che tu abbia un contratto e degli stipendi fissi ogni mese, sono dispiaciuti perché con una laurea in tasca non hai trovato di meglio ma almeno gongolano per la futura pensione.
I tuoi amici:  sono contenti per te, ma anche un po’ ti invidiano perché hai trovato un posto fisso ed un stabilità economica e proprio non capiscono perché , invece, tu lo voglia lasciare (peccato che una volta ad una mia amica scassa balls le ho detto perché non vieni Tu al posto mio e lei mi rispose “ SEI MATTA IO FINO ALLE 19.00 IN UN UFFICIO MI VUOI MORTA?”, allora cazz.. piangi che non trovi lavoro..MUA!!).
I collaboratori dello studio: questi sono quelli che ti odiano perché dicono che sei acida e che non sei disponibile alle loro richieste e che ogni volta ti giri come se fossi seduta sui soldi e non capisci le loro esigenze.
E poi ci siamo noi: Se permettete anche io vorrei dire la mia soprattutto sull’ultima categoria.
Io, assistente amministrativa, sono stata scelta dopo un colloquio di un’ora e mezza, in cui, invece di parlare di me, ho dovuto ascoltare tutte le meravigliose cose che era in grado di fare lo Studio e di come sua figlia aveva preso due lauree (in realtà il 3+2) in giurisprudenza alla Luiss e di come fosse brava e preparata su tutte le lingue, che, parlava splendidamente con accento giusto ed impostazione timbrica ottima e bla bla bla, e che ero stata presa solo per fare da segretaria personale di Boss e che solo all’occorrenza, se avessi potuto avrei dato una mano ai collaboratori.
I Collaboratori, (miei coetanei o addirittura più piccoli di me, invece si sentono dio in terra, solo perché prima di dottore possono scrivere avvocato,) sono davvero inetti, e maleducati ed a volte resto sconcertata da quanto siano fuori di testa, pretendono da noi cose assurde come per esempio preparargli il caffè o mettere il toner nella loro stampante perché non sono capaci.. ,(se lallero nell’epoca di internet e i pad, loro non sono capaci…).
Oppure, una fresca, fresca di questa settimana, venerdì è arrivato il carico della carta per le stampanti e, dato che né io né Chiara avevamo voglia di mettere a posto l’abbiamo lasciata davanti agli armadi, e loro sapete che facevano? davano un calcio agli scatoloni piuttosto che piegarsi e spostarla, imprecando contro di noi che non avevamo fatto il nostro lavoro!
Questa mattina abbiamo sistemato la carta sugli armadi e abbiamo lasciato gli scatoloni vuoti davanti all’armadio in attesa di essere buttati, e loro??? Aridajè con i calci perché gli erano di impiccio e invece di spostarli si arrabattavano come potevano per prendere dei fascicoli nelle pratiche @_@ SONO SIGNORI LORO!
MA VAFF..

Io parto da questo principio se sei gentile otterrai gentilezza, se sei cafone otterrai solo cafonaggine..
smack

6.20.2011

BYE BYE

Care ragazze la settimana è finita  e tutto è filato liscio, non ci sono stati spargimenti di sangue e nemmeno litigi, per fortuna.. ci sono stati solo litri di tinta per capelli Hennè e yogurt e truccate a volontà!
L'unica cosa e che ieri ho tirato un grosso respiro di sollievo per me, ma anche per mia madre ,che penso era sul punto di esplodere con mia nonna ahahah!
Povera si è sentita chiamare con il nome del fratello tutta la settimana, Ermenegildo prendimi l'acqua,(ovviamente nome di invenzione pura) Ermenegildo che prepari alle ragazze sta sera, Ermenegildo che cosa prepari per il pranzo di Marianna domani?
E poi era tutto un ..."Ermenegildo ha 3 case una più bella dell'altra ( nella mia mente dico...che culo, lui ha iniziato a lavorare negli anni 70 ed ha avuto una fortuna sfacciata ed è diventato benestante) e ma con tanto sacrificio sai, .." mhmmh nonna ma lui era in un'altra epoca, e Lei "che c'entra è stato bravo e risparmiatore..." Io Be anche io sono una risparmiatrice ma con i tempi che corrono riesco a mettere da parte un euro alla settimana se tutto va bene! e lei "eeeeeeee ma lavorava dalla mattina alla sera senza risparmiarsi.." Be anche io esco alle 7.30 e rientro alle 20.30 come la mettiamo ora?? e lei "eeeeeee ma Lui era Bravo" M...tè è calato un silenzio gelido finché mia sorella no se n'è uscita "e si ma non lo dici che dove lavorava lui prima e anche dopo , gli hanno pagato le vacanze al mare ed in montagna e che prima di sposarsi  stava a casa tua... e be quanno ce vo' ce vo'.. e Lei scandalizzata "NO Ermenegildo non ha mai avuto tutto questo.." allora mia mamma  dice ma come io mi ricordo che andava sempre al Sestriere .. e Lei A siii ma quanto sarà andato un 5/6 anni di fila e poi basta @_@
E così ci siamo sorbiti le nobili gesta di mio zio per tutta la settimana e tutte le nefandezze di mia madre e delle mie zie ...
E che ce vuoi fare il Figlio Maschio per la gente anziana è ancora il figlio maschio!
P.S. peccato che se sta male  lei il figlio maschio lo vede in cartolina grrrrr, quella che corre sempre è mia madre!!!
baci fanciulli! 

6.17.2011

LE AVVENTURE DI TROLL



buongiorno a tutti, come stavo anticipando a studiomedico, proprio due minuti fa su twitter, appena arrivata, questa mattina, avevo in mente di scrivere un post sulle avventure tra il mio Boss (ribattezzato da Pri Troll) e gli operai..
Credo di avervi detto che Troll è praticamente identico a Furio (personaggio storico di Verdone), perciò se conoscete il tipo potete solo immaginare quello che fa passare a tutti noi e sopratutto agli operai!
Appena arrivata, queste cose mi scioccavano ora so che sono perfettamente normali e che oltre tutto devo consolare anche gli operai che poveracci ci guardano con aria contrita e anche un po' incazzatella.
Veniamo ad oggi venerdì 17 giugno 2011(dato che lui è scaramantico gli rode far fare questo lavoro ma purtroppo è costretto), sono in attesa del falegname che per la centesima volta deve venire a smontare le imposte delle finestre del mega super Studio. Dovete sapere che qui, abbiamo delle finestre originarie anni 30 per cui hanno le imposte di legno con delle intercapedini di ferro dentro le quali va incastrato una mini trave di legno, il troll millanta questa cosa come il migliore antifurto in circolazione e che, nonostante abbia fatto fare la ristrutturazione dello studio ha lasciato le finestre originali per dare più lustro all'abitazione, noi, invece, sappiamo benissimo che,  per tirchieria, non ha cambiato le finestre perchè altrimenti avrebbe speso troppo ed il suo budget (non vi dico la cifra che ha speso per comprare lo Studio perchè è da vomito, vi dico solo che si tratta di milioni di euro perciò..) non glielo consentiva, e così ha preteso dal falegname che gliele facesse bianche e come nuove.
Giustamente, visti i tempi di crisi, al falegname non sembrava vero avere un lavoro così importante, su 330 mq di studio immaginate quante porte e finestre, è ovviamente ha detto si faremo il possibile restando nel budget pattuito, l'ignaro, non sapeva che firmando quel contratto  avrebbe perso ogni minuto della sua vita da falegname ad aggiustare quelle maledette finestre.
E si perché, da gennaio ad oggi saranno almeno 5 volte che gli fa smontare le imposte perché si scrostano, appena mettiamo quella travetta negli appositi sostegni e, a LUI, ovviamente non piacciano, il tutto è sempre compreso nel budget iniziale, sia chiaro, è lui che subisce un danno all’immagine con quelle imposte eeehh, le sue parole “ NON è BELL DA VEDè INZOMM, SIGNOR C… AVAND…”  e così questa mattina sta arrivando il povero falegname che ogni volta mi dice “ma io non  ci posso far niente signorì so vecchiè e finestre è già tanto che semo riusciti a farle SIGNORE!”

 Ahahahaha adoro i romani hanno sempre la battuta pronta
Smack 

6.16.2011

LE PARTENZE CAPITOLO I

Buon pomeriggio a tutti, iniziamo con il primo post di una lunga serie, dedicato alle partenze.
Dovete sapere che io amo viaggiare, come penso anche tutti voi, fosse per me starei sempre seduta su un aereo alla scoperta del mondo, però odio fare le valigie, è una cosa che proprio non mi appartiene e non sono nemmeno capace.
Aimè da quando vivo fuori devo farle per forza  per andare a casa, e non solo, così è nato  il mio Stress prepara la valigia e l’ansia di mia madre hai preparato la valigia?
Dovete sapere che all’inizio, quando ancora avevo 20anni e facevo i primi viaggi per tornare a casa durante i periodi di vacanza, mi organizzavo con lunghe liste di cose da prendere del tipo:
lenti a contatto
liquido per le lenti a contatto
carica batteria del cell.
prendere cell.( non era così scontato come oggi, allora non eravamo abituati ancora @_@)
biglietto del treno o pullman (a seconda del mezzo che prendo)
regalo per mamma, papà, nonna, zia, cugina, ecc..
Man mano che passavano i giorni la lista si allungava e mentre facevo la valigia cercavo di depennarla, ma nonostante questo puntualmente avevo lasciato su qualcosa che per me era fondamentale avere giù.
Più gli anni passavano e più non avevo voglia di fare la lista e così l'ho archiviata definitivamente.
Finito il periodo da studentessa ed iniziato quello da lavoratrice, si è accorciato drasticamente il periodo che trascorro con i miei giù, oltretutto viene anche alternato dalla vacanzetta che mi faccio, dopo aver messo da parte i soldi, perciò in quel caso sono due le valigie da preparare e sapete che faccio?? Nulla le faccio la mattina prima di partire, da qui l’ansia di mia madre.
Chiamata del giorno prima;
“hai preparato la valigia?”
No mamma domani la faccio, “come??? Ancora noooo, vedi che poi, come sempre, ti dimentichi le cose, per caso hai fatto la lista delle cose da portare?” NO mamma, “almeno riuniscile tutte in una stanza, così qualcosa la porti di sicuro… “ UhUM mamma ok lo farò!
La mattina della partenza per me significa questo:
Ore 9.00, mi alzo con calma faccio colazione, mi faccio la doccia, se è il caso mi metto su la tinta per i capelli, (se non ho fatto in tempo a farla prima) oppure vado a fare lo shopping dell’ultimo minuto (ADOROOOO) , mi metto lo smalto ecc.. verso mezzogiorno (tanto parto sempre di pomeriggio alle 15 o 15.30) rientro e prendo la valigia e comincio a pensare che devo mettere dentro, decido di portare solo le cose appena comprate per lasciare posto alle 10 paia di scarpe che devo ad ogni costo portare, anche se so già che non le metterò mai perché non sono più capace di camminare con i tacchi alti a P., troppe salite e discese ripidissime, chiudo la valigia e guardo l’orologio ODDIOOO le 13.00 correreeeee verso Roma e lì so' dolori…, inizia a salirmi l’ansia e mi maledico per non aver fatto la valigia prima e giuro sulle mie scarpe che la prossima volta la preparerò tre giorni prima… FOSSE VERO!
Perciò care amici ora è presto per partire, ma appena ho in programma qualcosa vi terrò aggiornate sullo stato dell'incriminata!
Ce la farà la nostra pasticciona a fare le valigie per tempo????
P.S. mia mamma inizia a preparare la valigia due sere prima e secondo me le dovrebbero dare una laurea ad honorem in ingegneria logistica è PERFETTA, e soprattutto non dimentica mai niente!
Ahahaahh :D

6.15.2011

IL MIO RAPPORTO CON LA NATURA

premesso che no ho un ottimo rapporto con la natura, perchè soffro di moltissime allergie che la riguardano, cerco di essere cordiale con lei finchè mi è possibile, cerco di differenziare l'immondizia, di chiudere l'acqua, di tenere i led della tv spenta ecc..
 Ma se c'è una cosa che non sopporto di Lei sono alcuni suoi amici:
Cavalette, Scarafaggi, Blatte, Grilli, Cimici ecc.. tutti gli insetti a cassa dura!
Proprio di questo vorrei parlavi questo pomeriggio.
Da quando vivo ad Ostia me ne sono successe di tutti i colori, praticamente la casa è situata in un complesso a ferro di cavallo nel cui centro c'è un bellissimo giardino pieno di piante e fiori che all'inizio, devo ammettere mi aveva fortemente deliziato, (la casa invece mi ha fatto piangere per una notte intera, ve lo racconterò in un altro post) ma non avevo capito quali insidie potessero nascondersi, in quel cavolo di giardino, prima fra tutti le cavallette, poi gli scarafaggi e in ultimo le blatte! L'unica cosa carina che popola quel giardino sono le lumache e i gatti.
Una mattina di gennaio felicissima perchè il sole splendeva, alzo la serranda della cucina per preparami un delizioso caffè e tiro giù un URLO che sono sicura avrà fatto fermare più di un pacemaker, incastrata fra un'anta e l'altra della grata c'era un'allegra cavalletta che si scaldava al tiepido sole dell'inverno, peccato che lo stava facendo a casa mia e sulla mia finestra! Ho abbassato la serranda e sono rimasta al buio fino all'arrivo del mio ragazzo che ,non so come abbia fatto perchè l'ho  barricato in cucina, l'ha fatta uscire!
Ma veniamo all'estate scorsa,in una serata afosissima di agosto, mi accingevo in bagno per lavarmi i denti e andare a dormire, e mentre ero intenta a parlare con mia sorella vedo per terra, vicino alla vasca da bagno, una cosa simile ad un cumulo di capelli, mi chino per raccoglierlo, imprecando anche sul fatto che ce ne cadono triglioni, eeeeeeee con mio immenso orrore mi accordo trattasi di una BLATTA schifosa ed enorme, mentre lancio un urlo guardo il bordo della vasca eee un'altra, ariurlo ,prendo lo spazzolino e corro più veloce della luce a prendere l'insetticida... ne spruzzo una quantità esagerata, tenendomi a distanza di sicurezza e scappo via, perchè una e scappata nella cameretta e l'altra è desaparesidos..
La mattina seguente, disinfetto la vasca ma delle malefiche nemmeno l'ombra mi faccio la doccia alla flash e mi butto fuori casa.
La sera costringo il mio ragazzo a venire a casa per smontare i mobili del bagno e l'armadio della cameretta e niente sparite.
Parto, per andare giù, premurandomi di chiudere ogni porta, per evitare che le bestie potessero decidere di fare un tuor per la casa.
A settembre, trovo quella innaffiata dall'insetticida stecchita, mentre quella del bagno faceva capolino dal mobiletto del bagno l'ho tramortita con la lacca, e poi l'ho aspirata con la colombina del longhi, pensate che talmente era grossa o faceva fatica a passare nel tubo!
CHE VOMITO E' LEI!

6.14.2011

OBBIETTIVO DI METÀ ANNO

Buon pomeriggio a tutti, oggi sono ancora più rinco.. di ieri, non  so cosa sia, ma penso che la fine della scuola mi abbia offuscato la mente a tal punto da credere che anche per me è ora di vacanza e di rientrare a settembre.. MAGARIII!
Comunque, tra una scannerizzazione e una risposta a cacchio al telefono,leggevo gli aggiornamenti dei blog che seguo e mentre rispondevo alla fenice, su una recensione di un libro mi è venuto in mente che non vi ho parlato del mio nuovo obbiettivo di metà anno.
Siete pronti?
LASCIARE IL TROLL E FINALMENTE PRENDERMI UN GATTO!( MI SA CHE STO SOGNANDO... UFFA )
Io amo gli animali, abbiamo avuto un pastore tedesco per 12 anni e l’ho amato immensamente, solo che lui stava giù con i miei e io lo coccolavo solo quando scendevo, ora però ci ha lasciati e nessuno di noi ha voglia di sostituirlo L!  Poi abbiamo avuto un pesce rosso (arturo) per 6 anni ma è dipartito anche lui, e allora ho pensato all’altra più grande passione che ho i gatti, passione che si è alimentata leggendo un libro consigliato da Chiara “Dewey” li mi sono proprio rovinata, ho desiderato quel gatto più della mia stessa vita!
LO VOGLIO…
Però, riflettendoci, mi sono resa conto che in realtà non posso averlo un gatto esco la mattina alle 7.30 e rientro alle 20.00,se tutto va bene, posso lasciare una povera palla di pelo sola per 13 ore al giorno? NO! e così mi sono posta un obbiettivo trovare un nuovo lavoro, abbandonare il Troll e finalmente prendere un micio, morbido, peloso e NERO! Io adoro i gatti neri mi ricordano la favola che ci leggeva sempre nostra mamma “Gobbolino il gatto della strega”, a volte però lei barava e, così, ci metteva nel mangianastri la musicassetta che faceva un DIN quando avremmo dovuto girare la pagina che carineeeee *_* *_*
Baciiii !
P.S. Pri fra i tuoi mici ce n’è uno nero?
IL GIORNALINO è PROPRIO QUESTO, L'UNICO ED L'ORIGINALE!
SOLO CHE AL NOSTRO ORMAI VENIVANO VIA LE PAGINE TANTO L'AVEVAMO SFOGLIATO!

6.13.2011

SPIAGGE PARTE II


Buongiorno a Tutti, lo so che è lunedì e ci rode.. ma vi racconto un paio di cosette per farvi ridere un po’.
Ieri mattina, abbiamo lasciato sole mamma e nonna e siamo andate un paio d’ore a mare, tanto per riposare un po’ il cervello dai perché avete fatto così???, io quel quadro lo avrei preso un pochino più grande… ecc.. però le adoro… mi fanno morire dal ridere tutte e due insieme, sono uno spettacolo vivente ahahaha; comunque tornado a noi io e mia sorella abbiamo deciso di andare presto (9.30) per tornare a casa all’una e mangiare tutte insieme…
Siamo arrivate e la spiaggia era già piena, incredibile secondo me si accampano li dalla notte prima…, vabbè cerchiamo un angolino più o meno vivibile ed adocchiamo un ragazzo gnocchissimo ma gay (ne abbiamo avuto la conferma dal nostro amico, se legge vanity fair, o vogue allora è gay) che avevamo visto già altre volte, dato che è un ragazzo silenzioso e non parla mai nemmeno al cell., decidiamo di metterci vicino a lui e così stendiamo il telo ed iniziamo a goderci il caldo sole, cercando anche di sonnecchiare un po’.
Avevamo fatto male i calcoli alle 10.00 in punto arriva una ciurma di ragazzini età 16/17 anni, tutti “SSSSteccati” Bocciati  a scuola, (lo gridavano con orgoglio) tatuati fino ai capelli, (ad uno di loro gli mancava un incisivo ,però il rosario tatuato sul tutto il petto ce l’aveva, dico io no si poteva far mettere il dente??? ) adocchiano un centimetro quadrato di sabbia e sia ammucchiano tutti li finendo con i piedi sulle asciugamani di tre povere signore ignare di tutto quello che sarebbe accaduto di li a poco.
Dato che sono Deficienti, lasciatemelo dire, si erano messi uno intrecciato all’altro e così urlavano parolacce e bestemmie perché i piedi di uno andavano ad insabbiare l’asciugamano dell’atro “ Aò E PORCO D.. O SAI CHE ME DA FASSSSSIDIO LA SABBIA E NOOO’ NU ME DEVI NSABBIA’ CAXXO!” così per almeno un’ora finchè non è arrivato il secondo gruppo di gallinelle stessa età dei ragazzetti e very very coatte, truccate, e tutte piene di bracciali, cavigliere ed orecchini grandi quanto un lampadario !
Individuano l’altro centimetro disponibile ed in 15 si tuffano a stendere le asciugamani ed iniziano ad urlare i vari Amòòò!
I ragazzetti le hanno subito adocchiate, e così hanno fatto iniziare lo spettacolo dei bulli, gonfiavano la cassa toracica, perché segno di petto li non ce n’era, tiravano fuori quei due addominali rinsecchiti in un corpo tutto ossuto ahaha ecc..
Loro, le gallinelle, che avevano capito hanno iniziato a darsi i baci fra di loro sulla bocca ( che poi sta cosa non l’ho mai capita, forse sono un tantinello attempata ma io a 16 anni non baciavo le mie amiche sulla bocca @_@, e nemmeno ora, sia chiaro!), hanno iniziato a mangiare panini e cipster tutto insieme agitando le chiome lunghe e folte su fisici molto ben distribuiti al ritmo del nuovo reggaeton…
Ad un certo punto il coatto chiama un ignaro bangladese e per fare il figo gli ruba tutti i braccialetti , noi ed altre persone siamo intervenuti facendogli restituire tutta la merce, ovviamente, mentre una gallinella urlava “Aòòòòòò DAMMENE UNO A ME TE PREGOOO O VOJO, ME PIASCE PE’ CAVIJIERA!
Nel frattempo si aggiunge al gruppo la leader che nel frattempo era andata a comprare altri panini urlando “Amò SEI Na’NFAME ME POTEVI ASPETTA’ CAZZ.. SO ANNA A PIJA’ I PANINI PE TUTTE…. PERO’ CHE MERDA DE SSSPIAGGIA, ADDOVE VA SETE ANNATE A CAPA’…” così le amichette scodinzolanti si sono alzate le hanno acceso una sigaretta e hanno iniziato a guardare i bulletti e per farsi le fighe hanno preso i soldi dal portafoglio ed anno iniziato ad urlate “AMO’ BASSSSSSSSSSSTERANNO 20 EURO DE FUMO?? MA C’AVEMO E CARTINE??? EEEEEEEEEEEEEEEHH CE L’AVEMO” si gira il coatello e dice “ NOI C’AVEMO E CARTINE E TUTTO QUELLO CHE VOI TU!”
Non sappiamo come sia andata a finire perché sia noi che lo gnoccone, con vanity fair sotto il braccio, abbiamo preso le asciugamani e siamo andati VIA…
Baci e buon lunedì a tutti.

6.10.2011

You Are Welcome!




Ecco qui è arrivato il fatidico giorno.. (tranquille niente matrimonio) e bene si sta sera arriva mia mamma e domani ad ora di pranzo mia nonna materna.
Sono davvero felice credetemi, non le vedo entrambe da Natale e mia nonna è la primissima volta che viene a Roma a casa nostra, e perciò sono doppiamente entusiasta.
Ma ciò non toglie che, come dicevo in questo post siamo sempre figlie a tutte le età e perciò oggetto di “critiche costruttive” ahahha!  E così è scattato il piano parenti in arrivo:
A: togliere il “superfluo” accumulato, per pigrizia nel ripostiglio riporlo in appositi sacchetti e buttarlo giù in cantina, sperando che non vogliano scenderci;
B: Aspirare l’aspirabile e riempire gli armadi di sacchetti sottovuoto profumati ed ordinati come soldatini, (speriamo di non fare la fine di Becky ..@_@);
C: Togliere da in giro tutto ciò che poteva destare la fatidica frase “COME MAI L’AVETE MESSO QUI? SECONDO ME/NOI POTETE FARE COSI’”….  Ecc..
D: Togliere le scatole delle scarpe nuove dall’armadio degli ospiti… ma dove le metto??? BOH?
C:  Che dio ce la mandi buona!
Con tutto il bene che gli vogliamo nostra mamma e nostra nonna caratterialmente si  somigliano da matti, e la cosa bella è che nostra madre “critica” nostra nonna perché le dice sempre quello che deve fare e come deve fare @_@... ahahah.
Insomma come avrete già capito si prospetterà una bella settimana movimentata, speriamo solo di riuscire a riflettere prima di parlare !!!
Ragazze/i vi auguro un buon fine settimana e speriamo bene!

6.09.2011

MA LA GENTE NON STA BENE!


Vi ricordate il post in cui vi parlavo di quella sorta di albo per sociologi?
Bene quella volta mi sono dimenticata di dirvi che, in seguito a quell’articolo, in cui compariva il mio nome e cognome, un giorno di dicembre ricevo una telefonata al numero dello studio, rispondo con la voce sc….ta come sempre, studio legale … buonasera anche se era mezzogiorno e mi risponde uno dicendomi “cerco la dottoressa Marianna…” incredula dico sono io chi parla “a sono pinko pallo ho letto l’articolo sulla rivista di settore e dato che sono rimasto sconcertato dalla risposta che le ha dato il dirigente, sono andato alla ricerca di te su internet e ti ho trovato sul sito dello studio e così ti ho telefonato… @_@ CHE COSA???????????
Cioè punto primo ma che ti dice il cervello, mi cerchi su tutta la rete per dirmi che la risposta non ti aveva convinto???
Ma poi sentite qui mi tiene 15minuti buoni al telefono dicendomi che lavora al ministero dell’interno, ma con mansioni “similari..” (che già nun se po sentì) alle mie, (però non fa il segretario, ma allora che ca***o fa?) e che aveva dei progetti in mente e voleva parlarne con me davanti ad una bella tazza di caffè, anche perché aveva scoperto, sempre tramite il sito dello studio, che lavoravamo vicini!!!
Con gentilezza, avendo capito l’antifona, metto fine a quella conversazione dicendo sai io qui faccio anche la receptionist non posso trattenermi molto al telefono, ma lui sornionamente mi propina il suo numero di cell. e mi dice chiamami almeno discutiamo dei progetti (ovviamente non l’ho mai chiamato).
Questa mattina, Chiara mi dice, mentre io ero impegnata sull’altra linea, Mary c’è Pinko Pallo per te al telefono lo conosci? Ed io NO mai sentito nominare, passamelo.
Appena prendo la linea e dico pronto, vengo investita da una voce ululante ho dovuto tenere la cornetta 10 cm lontano dall’orecchio, che esordisce dicendomi “ciao Marianna ti ricordi di me” pausa… avrei voluto dire NO.. ma non mi ha dato il tempo di rispondere che subito “ sono quello che ti aveva cercata in merito all’articolo sul ..” non gli ho dato il tempo di finire la frase .. a si dimmi, “ non mi hai più chiamato pensavo ti avessi dato il numero sbagliato e così ho voluto richiamare per sapere come era andata a finire” altra pausa, questa volta di sbigottimento, possibile che non ha capito che se non l’ho chiamato e perché non m’interessa?
Prendo un respiro profondo e dico, guarda non sono più un’associata, e per il momento sto valutando altre cose ( magari….), e lui “ A ok io ci sono ricascato e giù… con un altro fiume di parole urlanti (ma forse lavora con i sordi??? A no sta al ministero dell’interno)… che ovviamente non ho ascoltato ad un certo punto esordisco con, scusami, ti devo lasciare, ho un po’ di cose da fare.. e lui “ però ti ridarei il NUMERO @_@...” io ok ho fatto finta discrivere intervallando la sua voce con un mugugno mMmM e poi ho chiuso dicendo OK scritto... e lui " bene allora fatti sentire" COME NOOOO @_@.
Ma la gente non sta BENE!
AIUTOOOOOOOOOOO!

6.08.2011

IV PECCATO CAPITALE L’INVIDIA


L’invidia, un sentimento che in 33 anni di vita non mi è mai appartenuto, almeno fino ad un paio di mesi fa.
A dicembre, come avevo già detto in un altro post, abbiamo cambiato sede, la zona è la stessa ma ci siamo spostati quasi alla fine del quartiere (15 minuti a piedi dalla metro @_@) e così ora per andare verso la metropolitana devo passare davanti a tre Bar.
Inizialmente non ci facevo caso, ma man mano che le giornate si sono allungate ho iniziato a guardare con più attenzione tutti quei tavolini gremiti di belle persone abbronzate, divertite e serene che sorseggiavano un aperitivo in compagnia dell’amico/a di turno piuttosto che di un cliente per concludere un ottimo affare ecc… ed ho iniziato a provare un senso di fastidio che si è poi trasformata in vera e propria invidia.
Il primo Bar è il famoso Bar Vanni (per chi è di Roma sicuramente ne ha sentito parlare), no so come faccia ad avere la licenza per occupare un intero angolo di strada, infatti, per passare bisogna fare lo slalom gigante tra persone e macchine parcheggiate fin sopra i marciapiedi; qui troviamo una vastità di avventori, si va dai ragazzi tra i 16-20 anni max, con le loro macchinette fashion occhialoni ray-ban colorati pieni di urla e gridolini, da far imbufalire anche un Dalai lama, alle così dette “vip” che ormai non se le c*** a, più nessuno appollaiate sui tavolini con il loro cocktail rigorosamente dietetici speranzose di far colpo su uno dei vertici rai per quel posto da “opinionista in uno di quei programmi trash di turno”…
Passata quella baraonda passo davanti al Gran Caffè Mazzini, qui la fascia d’età aumenta si va dal 25enne appena laureato che si sente dio in terra con la Porsche del papy e, fa il figo con le braccia tutte tatuate e parla, a giugno, già di vacanze per capodanno, al cinquantenne un po’ marpione seduto al tavolino con attrici più consumate e presentatrici, o presentatori del telegiornale, non vi dico che macchine parcheggiate andiamo dalla Porsche di cui sopra, alla Maserati, Ferrari per arrivare ad una misera AudiQ5, (la macchina per portare a casa la filippina che stacca dopo una dura giornata di lavoro).
Alla fine passo davanti ad un Bar/Forno, qui la situazione si fa decisamente più soft, c’è gente rilassata che magari è arrivata in bici e gusta deliziata l’aperitivo servito con assaggi di pizza tenuti caldi da una piastra di ghisa con sotto una piccola candela.
Non ci crederete, ma la mia invidia è nata proprio passando davanti quest’ultimo bar, quando ci passo davanti più veloce della luce, perché se perdo quella metro perdo tutte le coincidenze e poi chissà a che ora arrivo, per un secondo chiudo gli occhi e penso ma perché non posso sedermi anche io come loro e prendere un aperitivo con la mia cara collega e amica di lavoro, che invece ho lasciato allo studio fino alle 19.30, ad interrogarci sul perché della vita?
Semplice perché se aspetto lei alle 19.30 e proviamo a sederci al tavolo ammesso di riuscire a prendere un aperitivo flasch, arriveremmo a casa se tutto va bene alla 22/22.30… e la mattina la sveglia suona alle 6.00……Che pizza!
Ecco qui ho conosciuto l’invidia e penso che sia uno dei sentimenti  più brutti al mondo.

6.07.2011

QUELLA ESPERIENZA IN AZIENDA

 Ciao a tutti ragazzi dovete sapere che nei miei mille lavori svolti ho lavorato per un breve periodo in una multinazionale e fin qui niente di male direte voi, già a parte che ero al numero verde a risolvere una crisis management niente di grave solo 300 telefonate al giorno….
Comunque in questo breve periodo mi sono ritrovata a lavorare con persone molto cordiali soprattutto alcuni direttori che non se la tiravano per niente e mi portavano caffè, the, biscottini, ma soprattutto mi avevano messo in guardia da una loro collega che chiameremo 2 Novembre.
Una signora che già a vederla metteva i brividi, altezza 1.52 cm, magra come un chiodo, capelli rosso fuoco tagliati come un nido di rondine, occhiali da miope spessissimi, l’occhio sembrava un chicco di caffè, napoletana con accento forzatamente toscano (non chiedetemi il perché) e per finire un’acidità e un pessimismo da record.
In quei pochi momenti in cui riuscivo a sganciarmi da quel dannato telefono, con passo felpato cercavo di andare nella sala relax per rifocillarmi con un caffè e dei biscottini, ma lei UDITO DA FAINA (per la legge della compensazione se non vedi senti meglio degli altri) mi sentiva e subito mi chiamava Maaaaaaaaaarianna dove vai??? Io che ancora non avevo tanta confidenza con il luogo, rispondevo timidamente, “la capa” ufficio mi ha dato 10 minuti di pausa, a bhè pensavo battessi la fiacca, ma se è così vengo anche io in sala relax… Ehmmm ok
Arriviamo in sala relax ed improvvisamente cala il gelo tutti mi guardano con pietà e chi con una scusa chi con un’altra battono in ritirata lasciandomi sola con 2 novembre.
Metto la chiavetta nella macchina del caffè e subito inizia con il repertorio, “eeeee tutti indaffarati, tutti a correre, beati loro, se avessero i mie problemi”, io ovviamente facevo la vaga e mi limitavo ad annuire, (perché mi avevano avvertita di non dire mai come va e mai chiedere il perché delle cose) ma all'improvviso entra un direttore che soprappensiero dice: "ciao Marianna, ciao 2 novembre come va" …. Si accorge della gaffe e scuro in volto si prepara alla risposta, per niente stringata..
“ E come vuoi che vada, male anzi malissimo, mia madre è sempre lì come un vegetale sulla sedia a rotelle (intanto simulava la madre malata) con la bava alla bocca, mio marito il solito nullafacente pieno di attacchi con il diabete alto e poi sai vero che …. NON GLI SI RIZZA PIU’…” si ragazzi avete capito bene ha detto proprio queste parole io ed il direttore ci siamo guardati in faccia e per un pelo non siamo scoppiati a ridere, lui più imbarazzato di me, mi guarda e mi fa “ Ah Marianna, se vieni un minuto da me ti do delle cose da portare alla tua “capa” ufficio” io immediatamente ho colto l’antifona e ho detto “ vengo subito” e l’abbiamo lasciata sola con i suoi guai.
Non vi dico le risate, che ci siamo fatti in seguito al quell’episodio.
P.S. mi giungono notizie in merito al 2 novembre, come sfondo sul desktop ha la foto della bara di papa Giovanni Paolo II.
O my god !

6.06.2011

BUONGIORNO

Buongiorno amici, eccomi qui sono tornata, ebbene si dopo tanti giorni di attesa il "Boss" alle 13.30 di mercoledì ha detto che avrei potuto prendere il venerdì. E così sono riuscita finalmente a fare 4 giorni di pieno relax, ci volevano proprio era da natale che tiravo la corda e non ne potevo più.
Purtroppo non ho potuto fare una sorpresa ai miei genitori, come avevo pensato, perchè il si è arrivato troppo tardi per poter prenotare qualcosa, ma me la sono goduta un mucchio lo stesso, sono riuscita a fare tutti quei lavori che non riesci a fare solo il sabato, come per esempio portare la macchina dal meccanico per farle fare la revisione, andare con calma a fare la spesa evitando file chilometriche alla cassa ed andare in spiaggia senza essere assaliti da una ciurma scalpitante.
Sono riuscita ad evitare di accendere il pc per 4 giorni interi e sono riuscita a disintossicarmi dai mezzi e dal lavoro. WOW
Speravo di riuscire a tenere atteggiamento positivo per almeno un'ora ed invece.... TADADADAAAAAAAA Eccolo Dottoressa ci sarebbe nell'ordine da fare la fattura a tizio, recupero credito di caio, e ...... Rullino i tamburi... il mio discorso per il convegno di domani è stato scritto con Windows  7 me lo deve trasformare per questi pc perchè mia figlia non riesce a lavorare altrimenti... e poi ... Dovrebbe... alchè io ho esordito.. Comunque Buongiorno Avvocato io sto bene e lei?...
E quanno ce vo ce vo? e che cavoloooo!
Ecco perchè io odio il LUNEDI'
Buona giornata a tuttiiii ;)

p.s. solo per dirvi come sta fuori il mio boss, mi ha fatto buttare un foglio di carta intestata perchè abbiamo messo dottore ad un cliente che in realtà era PROFESSORE.. ma VAff.. lasciatemelo dire vi pregooooooooo1

6.01.2011

UN PREMIO MOLTO SPECIALE E PER ME DOPPIO


Ragazze, che giornata, a dire il vero non ho nemmeno finito , però adesso mi voglio dedicare 10 minuti di estasi prendendo con immenso onore i due premi che mi sono stati, gentilmente offerti dalla mia amica Chiara e dalla mia amica Francesca.
Questo premio come dice il titolo è dedicato ad un blog amico ed in questi 3 mesi ho incontrato davvero carissimi amici con cui condividere ogni mio pensiero, ogni mia isteria e anche qualche passione.
L'amicizia per me è davvero una delle cose che ancora ritengo importante, e, come avevo detto in un post, per me l'amicizia vera non è quella fatta di continue frequentazioni e milioni di telefonate, l'amicizia è , come mi disse un'amica una volta, sapere che un domani la porta si aprirà automaticamente nel momento del bisogno senza che sia necessario chiedere niente.
Perciò ringrazio Chiara, con cui  affronto le difficoltà quotidiane, e ringrazio Francesca un'amica che ho conosciuto da poco, ma con la quale sento di avere tanto Filing, e a tutte e due rinvio con grande affetto questo premio.
Ma lo assegno anche a Pri una cara amica che ho conosciuto tramite la rete e di cui non posso fare a meno non solo sul Blog ma anche su twitter perchè insieme ci facciamo forza per sopportare le isterie dei nostri capi!
Lo assegno anche a secondobinario, una ragazza davvero dolce ed ironica;
Ed infine, alla Segretaria Ironica perchè con i suoi pazienti ed il suo dolce Macgyvere mi mette tanta allegria.
A tutte le altre dico che siete tutte brave e che i vostri blog, che  seguo ogni giorno, sono davvero unici.
Ma con le persone che ho nominato ho un legame speciale.
Smack